Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

È allarme per i genitori: matite e pastelli colorati sono "cancerogeni e tossici". Ecco le marche a rischio

Logo Il Giornale Il Giornale 11/10/2018 Franco Grilli
Pixabay © Fornito da Il Giornale Online SRL Pixabay

Genitori, fate attenzione. Perché secondo lo studio condotto da una rivista specializzata tedesca, le matite e i pastelli colorati prodotti e venduti da alcune marche (anche molto note) contengono sostanze tossiche e cancerogene per la salute dei bambini.

Una vera e propria bomba, che ha fatto scattare l"allarme. Non solo in Germania. Ma non è la prima volta che qualcuno solleva la questione, visto che già in passato erano arrivate segnalazioni in merito.

Sono stati effettuati esami approfonditi su 15 brand e non pochi di loro risultano contenere sostanze pericolose, in grado di provocare gravi danni, se ingerite con costanza. E vista la tendenza dei bimbi a mordicchiare le matite e a sporcarsi con i colori, la questione si fa davvero seria.

Tra i componenti più pericolosi, considerati addirittura cancerogeni ci sono le ammine aromatiche e gli idrocarburi policiclici aromatici. Quelli che secondo la rivista teutonica rispettano ogni regola sono Real, Bic, Binney&Smith, Eagle Kreativ e Staedtler. A metà classifica, considerabili come marche soddisfacenti, si trovano Herlitz, Lyra ed Eberhard Faber. I marchi che invece hanno un semaforo rosso, sono purtroppo anche quelli più acquistati, come Ses, Tedi, Faber-Castell, Lamy, Fila, Pelikan e Stabilo.

A tal proposito il direttore del Centro di Ricerca di Tossicologia della Technischen Universität di Dortmund ha affermat: "Le quantità di queste sostanze rilasciate dai pastelli possono essere relativamente piccole, ma è difficile o addirittura impossibile che le sostanze abbiano una soglia al di sotto della quale il rischio non esiste più".

ALTRO SU MSN: 

Sicilia, nella città delle polveri cancerogene (Mediaset)

Riproduci nuovamente video

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Giornale

image beaconimage beaconimage beacon