Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Covid, Oms: “Non sottovalutate questo virus, ci ha sorpreso e continuerà a sorprenderci”

Logo RaiNews RaiNews 3 giorni fa dalla redazione
Il direttore dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus © Fornito da RaiNews Il direttore dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus

"A quasi 3 anni esatti dalla dichiarazione di emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale, il nostro più alto livello di allerta, il Comitato di emergenza su Covid-19 si riunirà questa settimana per discutere se la situazione attuale costituisca ancora un'emergenza globale". Ad annunciarlo è stato il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, durante il punto stampa periodico tenuto dall'Agenzia Onu per la salute. "Anche se non anticiperò il parere del Comitato di emergenza - ha affermato il Dg - rimango molto preoccupato per la situazione in molti Paesi e per il crescente numero di morti".

"Dall'inizio di dicembre il numero di decessi settimanali segnalati per Covid è aumentato- ha spiegato. In totale, nelle ultime 8 settimane, più di 170mila persone sono morte di Covid. Si tratta solo dei morti segnalati: il numero effettivo di decessi è molto più alto".

"Mentre siamo chiaramente in una situazione migliore rispetto a tre anni fa, quando questa pandemia ha colpito per la prima volta, la risposta collettiva globale è ancora una volta sotto pressione", ha aggiunto Tedros Adhanom Ghebreyesus, secondo il quale sono "troppo poche" le persone, "soprattutto anziani e operatori sanitari", che "sono adeguatamente vaccinate. Troppe persone sono in ritardo con i richiami. Per troppe persone gli antivirali rimangono costosi e fuori portata. E troppe persone non ricevono le cure adeguate", ha ammonito.

"I sistemi sanitari fragili - ha aggiunto - stanno lottando per far fronte al peso del Covid, oltre a prendersi cura dei pazienti con altre malattie, incluso influenza e virus respiratorio sinciziale. La sorveglianza e il sequenziamento genetico sono diminuiti drasticamente, rendendo difficile rintracciare le varianti note e rilevarne di nuove".

"Il mio messaggio è chiaro: non sottovalutate questo virus, ci ha sorpreso e continuerà a sorprenderci. E continuerà a uccidere - conclude -. A meno a che non facciamo di più per dare gli strumenti sanitari a chi ne ha bisogno e per affrontare in modo completo la disinformazione".

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da RaiNews

image beaconimage beaconimage beacon