Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Long Covid: ansia e depressione sono fattori di rischio

Logo COVER Media Italia COVER Media Italia 22/09/2022
© Fornito da COVER Media Italia

Per determinare gli effetti del disagio psicologico che possono causare il Long Covid, i ricercatori dell'Harvard T.H. Chan School of Public Health hanno reclutato oltre 54.000 persone ad aprile 2020.

Dapprima hanno chiesto ai partecipanti i loro livelli di depressione, ansia, preoccupazione, stress percepito e solitudine. Nel corso dell'anno successivo, più di 3.000 partecipanti hanno contratto il virus e, a seguito di ulteriori indagini, il team ha scoperto che tali condizioni psicologiche aumentavano il rischio di sviluppare il Long Covid, rispetto a quelli prettamente legati alla salute fisica, come obesità, ipertensione e asma.

«Dopo aver analizzato le risposte e confrontato coloro che hanno sviluppato un Covid lungo con quelli che non lo hanno fatto, i ricercatori hanno determinato che il disagio prima dell'infezione da Covid-19, tra cui depressione, ansia, preoccupazione, stress percepito e solitudine, era associato ad aumento del rischio di subire un Covid lungo», si legge nel rapporto. «Questi tipi di disagio psicologico erano anche associati a un rischio maggiore di compromissione della vita quotidiana sempre a causa del Covid lungo».

I sintomi di un Long Covid includono affaticamento e annebbiamento per più di quattro settimane dopo l’infezione.

«Per quanto ne sappiamo, questo è il primo studio prospettico a dimostrare che un'ampia gamma di fattori sociali e psicologici sono fattori di rischio per il lungo Covid e la compromissione della vita quotidiana», ha aggiunto il ricercatore senior Andrea Roberts.

«Come fattori di rischio del lungo Covid-19 bisogna considerare la salute psicologica oltre a quella fisica. Questi risultati rafforzano anche la necessità di aumentare la consapevolezza del pubblico sull'importanza della salute mentale e di ottenere cure per la salute mentale per le persone che ne hanno bisogno, compreso l'aumento dell'offerta di medici di salute mentale e il miglioramento dell'accesso alle cure».

I risultati completi dello studio sono stati pubblicati su JAMA Psychiatry.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da COVER Media Italia

image beaconimage beaconimage beacon