Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Ultime notizie dal mondo dello sport

Inter, da Spalletti un assist a Icardi per il rinnovo: club infastidito

Logo Goal.com Goal.com 11/02/2019 Redazione Goal Italia
Luciano Spalletti looking at the camera: Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter © Getty Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter

L'Inter è tornata al successo in campionato dopo addirittura un mese e mezzo di astinenza: lo 0-1 di Parma ha permesso di respingere, almeno per il momento, l'assalto delle pretendenti per la Champions, consolidando quel terzo posto da mantenere strenuamente.

Eppure, nonostante i tre punti, c'è sempre qualcosa di negativo, una nota stonata capace di rendere il tutto più discutibile. C'entra Luciano Spalletti, da tempo protagonista di mille voci che lo danno come sicuro partente a fine stagione, con Conte e Mourinho pronti a sfidarsi per sostituirlo.

Il tecnico di Certaldo, dopo la gara del 'Tardini', ha pubblicamente fatto capire come sia necessario che l'Inter, nelle persone dei suoi direttori, risolva al più presto la questione legata alla trattativa per il rinnovo di Mauro Icardi, a secco di goal in Serie A dal 15 dicembre e in piena crisi personale.

"Il tema del contratto deve essere messo a posto, è chiaro. I direttori hanno accettato di discutere questo accordo ed ora devono andare a parlare. Si va e lo si definisce una volta per tutte, non ci sono storie. Icardi potrebbe fare meglio ma evidentemente qualcosa lo disturba e glielo impedisce. Serve che i giocatori si liberino da questi pensieri, in modo da offrire tutta la loro qualità al servizio della squadra".

In pratica un vero e proprio assist all'attaccante di Rosario, alle prese con il digiuno più lungo della sua carriera (peggio anche dei tempi della Sampdoria, quando aveva appena 19 anni). Parole che, come riportato da 'La Gazzetta dello Sport', non sarebbero piaciute alla dirigenza interista.

Concedendo un alibi a Icardi, Spalletti ha però messo notevole fretta alle mosse di Marotta e Ausilio, da tempo fautori della tattica dell'attesa. Che, evidentemente, non sta dando i frutti sperati.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altri articoli da Goal.com

image beaconimage beaconimage beacon