Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

La Lazio vince e si qualifica Il Marsiglia di Garcia è fuori

Logo La Gazzetta dello Sport La Gazzetta dello Sport 08/11/2018 Nicola Berardino

La Lazio conquista la qualificazione con due turni d’anticipo. Contro il Marsiglia arriva il bis al successo in Francia mentre la vittoria dell’Eintracht contro l’Apollon chiude i conti del girone. I gol di Parolo e Correa risolvono una pratica molto impegnativa anche perché dopo il raddoppio della Lazio arriva la rete di Thauvin a tenere il risultato in bilico sino all’ultimo istante dei cinque minuti di recupero finale. Olimpico amaro per gli ex romanisti Garcia e Strootman: contro la Lazio arriva la quarta sconfitta consecutiva e l’epilogo anticipato della stagione europea.

I giocatori della Lazio esultano per il gol dell’1-0. Afp © Fornito da La Gazzetta dello Sport I giocatori della Lazio esultano per il gol dell’1-0. Afp

sblocca parolo

Inzaghi non rinuncia a Immobile anche perché Caicedo risente di noie muscolari poco prima della gara. Indisponibili pure Leiva, Badelj e Lulic. Il turnover dà respiro a Radu e Milinkovic (in panchina) e vengono rilanciati Luiz Felipe, Durmisi e Correa dal via. Prima da titolare per Berisha. In regia confermato Cataldi. Rispetto alla gara d’andata, Garcia può contare sull’apporto di Thauvin in attacco. Il primo brivido della gara tocca alla Lazio: al 6’ Berisha è però pronto a far scudo su Sakai. Sul ribaltamento di fronte Pelé deve uscire dall’area per anticipare Immobile. Al 19’ proteste laziali per un intervento in area di Luiz Gustavo su Correa. Al 23’ ancora Strakosha in evidenza: sventa su Njie. Tanta attenzione su entrambi i fronti: spazi compatti, ritmo notevole. La Lazio intensifica le trame offensive, ma i francesi vigilano. Al 42’ Marsiglia nuovamente insidioso: Strakosha si oppone a Thauvin. Al 46’ passa la formazione di Inzaghi con un gran colpo di testa su cross dalla sinistra di Immobile, lanciato da Cataldi: palla sul palo e poi nel sacco.

in bilico sino alla fine

La ripresa parte col Marsiglia proiettato all’attacco per riagganciare il risultato. Francesi aggressivi, biancocelesti concentrati. Al primo varco buono la squadra di Inzaghi colpisce di nuovo: al 1’, ancora Immobile nel ruolo di ispiratore, palla a Correa che sigla il raddoppio con un tocco angolato. Primo cambio nella Lazio: al 12’ Bastos rileva Wallace: sulla sinistra della difesa si sposta Luiz Felipe. Il Marsiglia si rimbocca le maniche: Strakosha blocca sui Njie ma deve arrendersi al 15’ sul tiro di Thauvin innescato da Sanson dopo aver recuperato un pallone su Parolo. Insiste la squadra di Garcia dopo aver riaperto la partita: al 20’ botta di Strootman deviata in angolo da Parolo. Due sostituzioni al 24’: nel Marsiglia Payet subentra a Sanson, mentre nella Lazio Milinkovic dà il cambio a Berisha. Pericoloso colpo di testa di Immobile al 26’: Pelé c’è. Due minuti dopo il portiere transalpino respinge una bordata del bomber di Inzaghi. E al 31’ non si fa sorprendere da un tentativo di Milinkovic. Garcia si gioca la carta Sarr che sostituisce Rami al 34’. Marsiglia all’assalto. Al 36’ Correa esce tra gli applausi: si rivede Luis Alberto. Replica Garcia con Mitroglou al posto di Thauvin. Finale ad alta tensione. Scintille fra Njie (ammonito) e Milinkovic. La Lazio si fa notare in avanti con Luis Alberto. Il Marsiglia ci crede sino all’ultimo. Al 50’ Strakosha ribatte con la gamba in angolo una deviazione all’indietro di Marusic su traversone di Lopez. Vince la Lazio e incassa il primo obiettivo stagionale con l’Olimpico in festa.

La cronaca della gara

Le classifiche dei gironi


Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Gazzetta dello Sport

image beaconimage beaconimage beacon