Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Poker Italia al Marocco: a segno anche Cutrone

Logo La Gazzetta dello Sport La Gazzetta dello Sport 10/10/2017 Vincenzo D'Angelo

Altra vittoria, nel segno del gol. Dopo il 6-2 in Ungheria, l’Under 21 di Gigi Di Biagio supera 4-0 il Marocco Under 20, tutt’altro che avversario agevole, confermando una crescita costante, nel gioco e negli equilibri di squadra. Senza Mandragora e Barella – la coppia centrale titolare a centrocampo -, Murgia e Locatelli prendono in mano la squadra, dirigendo praticamente senza sbavatura. Cutrone si conferma bomber di razza (altro gol, il quarto in 4 gare con la U21), ma sono soprattutto gli acuti di Parigini e Bonazzoli a rendere ancor più dolce la notte di Ferrara. Ottima anche la prova di Audero, decisivo in avvio e chiusura di match.

BELLA ITALIA

Federico Bonazzoli esulta con i compagni di squadra per il gol del 3-0. LaPresse © Fornito da La Gazzetta dello Sport Federico Bonazzoli esulta con i compagni di squadra per il gol del 3-0. LaPresse

La prima occasione della gara è per il Marocco con El Kaouakibi (Primavera del Bologna), che prima di testa e poi al volo esalta i riflessi di Audero. Passato lo spavento l’Italia comincia a giocare, ed è un bel vedere. Murgia e Locatelli distribuiscono bene il pallone, spesso in verticale, e la coppia Favilli-Cutrone sembra aver trovato già una buona intesa per lo smarcamento. Al l’Italia passerebbe anche in vantaggio con Murgia, ma l’arbitro belga Lardot annulla su segnalazione errata del primo del primo assistente. La gioia del Mazza è soltanto rimandata: al 25’ Cutrone lavora bene un pallone spalle alla porta, si appoggia a Parigini che di destro a giro trova l’incrocio dei pali sul palo lontano. Un gol alla Del Piero, per intenderci, che fa partita la festa azzurra. Il Marocco è comunque in partita e la sfida a centrocampo è spesso ruvida. L’Italia però sembra aver fatto ancora un passo in avanti sul piano del palleggio e delle idee e trova il raddoppio con una ripartenza azionata da Favilli, rifinita dal cross basso di Calabria e chiusa col solito guizzo letale sotto porta di Cutrone, al quarto centro in quattro gara in U21.

RIECCO BONAZZOLI

Anche nella ripresa è il Marocco a costruire la prima occasione col trequartista della Salernitana Kiyine, ma anche stavolta Audero è bravissimo a bloccare in tuffo. Poi l’Italia allunga col neo entrato Bonazzoli, alla seconda presenza dopo aver messo nel 2014 il record del più giovane esordiente in U21, poi cancellato da Gigio Donnarumma. La punta della Spal segna nel suo stadio sfruttando un assist al bacio di Murgia. In mezzo a tanti cambi, nel finale c’è tempo per un’altra super parata di Audero su Belammari e per il 4-0 di Vido, pescato solo in area da Depaoli. Per Di Biagio tanto ottime indicazioni. L’Italia cresce, segna, diverte. E dopo quattro gare sembra già una squadra vera.

Under 21, Ungheria-Italia 2-6

Under 21, Italia-Slovenia 4-1

ALTRO SU MSN:

Pallone d'Oro, la Top 11 degli esclusi è da sogno (Gazzetta)

Riproduci nuovamente video

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Gazzetta dello Sport

image beaconimage beaconimage beacon