Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Assen, la cattedrale della velocità: guida al Gp d'Olanda

Logo La Repubblica La Repubblica 5 giorni fa di Massimo Calandri

ASSEN - Questa pista è soprannominata "La Cattedrale della Velocità". C'è bisogno di aggiungere altro? Ad Assen si è sempre corso, e fin dall'inizio del motomondiale: 1949. Solo la pandemìa nel 2020 ha fermato il gp più iconico del campionato iridato, nel brumoso nord dell'Olanda, a 20 minuti dalla città di Groningen che è piovosa quasi quanto Silverstone e infatti il meteo per il prossimo fine-settimana prevede temporali. Quella in programma domenica è dunque la edizione numero 73 della corsa. Sì, domenica: perché qui si è sempre corso il sabato, fino al 2016, prima di allinearsi alle altre gare. Una volta è successo che due piloti hanno tagliato insieme il traguardo e non c'è stato verso di capire chi l'avesse fatto per primo, così sono stati dichiarati 2 vincitori: era il 1975, con le 500 cc protagoniste sull'asfalto del Dutch TT. Barry Sheene e Giacomo Agostini piombarono contemporaneamente all'arrivo, i cronometristi di allora - che usavano un sistema di misurazione del tempo aggiornato al decimo di secondo - non furono in grado di "dividere" i due piloti. Il percorso originale era molto più lungo (16 chilometri e mezzo) ma nel 1955 fu ridotto a 7,7 e nel 1988 fu ulteriormente accorciato a 6,1: l'ultimo aggiustamento è del 2006.

L'Imperatore della Cattedrale è sempre Angel Nieto

Chi è stato incoronato più volte nella Cattedrale sommando le varie categorie? Angel Nieto, 15 successi. Dopo di lui, altri "imperatori" delle 2 ruote: Giacomo Agostini (14), Valentino Rossi (10), Mike Hailwood (9), Jim Redman (9). La marca che vanta più successi è la Honda (21), seguita da Yamaha (19) e MV Agusta (15). Sorpresa: la Ducati, che da domani - inizio delle prove libere - parte favorita, ha una sola vittoria. Come la Norton. Era la Rossa di Casey Stoner, allora campione in carica (2008) e per 4 stagioni consecutive sempre sul podio con la moto di Borgo Panigale: che poi ha dovuto accontentarsi di un secondo posto con Andrea Dovizioso (2014), un terzo con Scott Redding (2016) e un altro secondo con Danilo Petrucci (2017). Il miglior risultato dell'Aprilia al Dutch TT è un settimo posto con Colin Edwards nel 2003.


Galleria: Moto: Catalogna; Rins il più veloce nelle prime libere (Ansa)

Quartararo a caccia di un altro record e 3 'staccate' decisive

Fabio Quartararo pochi giorni fa al Sachsenring ha interrotto una striscia vincente di 11 anni della Honda su circuito tedesco. Ora prova a prendersi un altro primato: ha vinto ad Assen la stagione passata, ma è dal 2005 che qui un pilota Yamaha (Valentino Rossi) non realizza una doppietta. Nella carta d'identità della pista redatta dalla Brembo, che cura gli impianti frenanti di tutti i piloti della MotoGP, il termine è "easy", facile: il massimo della velocità raggiunta in pista è di 310 kmh, le numerose curve veloci garantiscono un sufficiente raffreddamento. Ma sugli attuali 4.542 metri di asfalto ci sono comunque dei tornanti molto impegnativi: alla curva 1 in fondo al rettilineo si passa da 291 a 113 kmh in 213 metri e 4,3 secondi; alla curva 9 da 245 a 117 kmh in 1698 metri e 3,7 secondi; alla curva 16, l'ultima, da 217 a 96 kmh in 142 metri e 3,4 secondi. E dunque, le curve in tutto sono 16, le frenate 10, la percentuale di frenata ogni giro è del 35%, 26 il numero di giro complessivo nella gara della categoria regina.

Tutti gli orari, domenica la MotoGP parte alle 14

Dopo una prima inspection track prevista oggi pomeriggio, da domani (venerdì) si fa sul serio: comincia come tradizione la Moto3 alle 9 con la prima sessione di prove libere di 40 minuti, la MotoGP si presenta alle 9.55 (45 minuti) e la Moto2 alle 10.55 (40 minuti). Nel pomeriggio, Moto3 dalle 13.15, MotoGP dalle 14.10 e Moto2 dalle 15.10. Sabato mattina è tempo di Fp3: per la Moto3 il via alle 9, per la MotoGP alle 9.55, per la Moto2 alle 10.55. Qualche ora dopo, le qualifiche: le Q1 della Moto3 alle 12.35 e alle 13 le Q2; per la MotoGP, prima le Fp4 (alle 13.30), poi le Q1 alle 14.10 e le Q2 alle 14.35; le Q1 della moto2 sono alle 15.10, le Q2 alle 15.35.

Dopo il warm up del mattino (che per la Moto3 comincia alle 9, Moto2 alle 9.20, MotoGP alle 9.40), domenica c'è la gara: semaforo verde per la Moto3 alle 11, si corre per 22 giri; alle 12.20 parte la Moto2 (24 giri); alle 14 tocca come sempre alla MotoGP (26 giri).

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon