Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Ultime notizie dal mondo dello sport

Juventus, Sarri: "Ronaldo in campo con l'Udinese? Lo decide lui. Con Dybala tutto ok, mi è simpatico"

Logo Repubblica Sport Repubblica Sport 14/01/2020 di DOMENICO MARCHESE
Maurizio Sarri © Fornito da La Repubblica Maurizio Sarri

ROMA - A poche ore di distanza dalla vittoria di Roma e dal titolo d'inverno, la Juventus di Maurizio Sarri torna in campo in Coppa Italia. La sfida con l'Udinese sarà una sorta di laboratorio per il tecnico bianconero, oltre che un banco di prova per coloro che giocano di meno in campionato. Da Rugani, candidato per vestire una maglia da titolare visto anche l'infortunio di Demiral e la necessità di riprendere il ritmo partita, allo squalificato in campionato Bentancur, che tornerà in campo dopo la Supercoppa con la Lazio. 

 

Considerato l’infortunio di Demiral, come stanno De Ligt e Rugani?

"De Ligt come detto è apparso in grandissima ripresa e l'ha confermato anche la partita. Rugani, come ha detto anche Paratici prima della sfida di Roma, è un giocatore importante ed è preso in grandissima considerazione anche per domani".

Quella di domani è una partita in cui è importante trasmettere motivazioni ai ragazzi? C'è il rischio di sottovalutarla?

"Domani dobbiamo giocare una partita tre giorni dopo averne giocata un'altra con dispendio di energie fisiche e mentali. Non è facile recuperare dopo una grande partita ma non possiamo fare una scaletta delle manifestazioni, perché tutte le manifestazioni a cui partecipiamo devono essere un obiettivo. Vogliamo passare il turno quindi dobbiamo trovare motivazioni e forza per ricaricare le batterie in pochissime ore".

Emre Can può fare il centrale nella difesa a quattro?

"Nella difesa a quattro penso sarebbe un percorso lungo. Vero che in Nazionale gioca spesso in difesa, ma nella difesa a tre. Mentre per il suo percorso a centrocampo, le caratteristiche in mezzo che servono cambiano anche se giochiamo 4-3-3 o 4-3-1-2 perché le corse sono diverse. Col 4-3-1-2 le mezzali devono coprire anche per vie esterne, sono più lunghe: ci vanno caratteristiche leggermente diverse".

Ci va un check-up delle condizioni fisiche del reparto offensivo? Ronaldo può riposare?

"La sensazione è che gli attaccanti siano in buona condizione. Ronaldo sta bene, ha risolto i problemi fisici che aveva ed è in un momento straordinario. I numeri parlano per lui non solo per quanto ha realizzato, ma anche quelli che esprime in partita. Con la Roma ha percorso 1100 metri sopra i 22 km/h, se si sente di aver recuperato è anche giusto che giochi ma prima voglio parlare con lui".

Pjaca può fare uno spezzone?

"Non lo so, vediamo dalle condizioni degli altri giocatori. È un ragazzo di grandissime potenzialità che ha avuto una sfortuna unica, quando ero a Napoli era uno dei nostri obiettivi. È un giocatore dalle enormi potenzialità, se si apre spazio per lui sarei il più contento".

 Dovesse riposare Pjanic, il centrale lo farebbe Bentancur o Emre Can? Buffon e Douglas Costa giocano?

"Buffon penso di sì, per noi lui è una risorsa fondamentale in campo e fuori. Per il resto oggi chi ha giocato con la Roma ha fatto scarico perché dopo 40 ore era difficile fare un allenamento vero, come sempre per il rischio infortuni il momento peggiore sono le 48 ore dopo la partita".

Secondo lei ha inciso il campo dell’Olimpico sugli infortuni di Demiral e Zaniolo?

"Quest’anno il campo dell'Olimpico mi sembra meglio degli altri anni. Vedendo la dinamica degli infortuni ho dei dubbi che possa essere stata colpa del terreno. Hanno avuto due cedimenti strutturali, Demiral veniva da una grande elevazione e in fase di atterraggio il ginocchio ha avuto una torsione innaturale. Zaniolo addirittura si fa male prima dell'impatto con De Ligt".

Ha parlato con Dybala? Si aspetta delle scuse?

"Con lui parlo tutti i giorni anche perché mi è simpatico. Lui ha semplicemente chiesto il motivo della sostituzione. Abbiamo attaccanti forti, non bisogna vivere di polemica. In qualsiasi posto di lavoro possono esserci delle litigate".

Bernardeschi può giocare domani da interno?

"Federico è contento di giocare in quel ruolo. Ci stiamo lavorando, è un piccolo percorso che gli va concesso. Son contento che lui lo stia provando col giusto entusiasmo".

Rabiot domani può tornare a sinistra?

"Mettendoci dentro anche Bernardeschi, a centrocampo abbiamo tanti sinistri quindi qualcuno si deve adattare. Il ruolo a destra lo sta interpretando bene. Alla base c’è la crescita del ragazzo: ritmo, intensità. Sta gettando presupposti di buon livello".

Come sta Chiellini?

"Giorgio non è nelle mani dello staff tecnico ma ancora in quelle dello staff medico. Vedendolo corre mi sembra abbia una corsa abbastanza fluida. Quando sarà col gruppo sarà più facile da valutare".

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica Sport

image beaconimage beaconimage beacon