Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Ultime notizie dal mondo dello sport

Juve, ecco Douglas Costa "Qui per aiutare a vincere"

Logo La Gazzetta dello Sport La Gazzetta dello Sport 17/07/2017 Alberto Mauro
Douglas Costa, 26 anni, ex Bayern Monaco. Twitter@juventusfc © Fornito da La Gazzetta dello Sport Douglas Costa, 26 anni, ex Bayern Monaco. Twitter@juventusfc

A Torino per vincere la Champions. Douglas Costa condivide i sogni e le ambizioni della Juventus, la coppa sfiorata con due finali perse in tre anni dai bianconeri è la stessa che manca alla collezione del brasiliano. “Sono qui per aiutare la squadra a vincere la Champions, sono convinto di poter dare il mio contributo, a Cardiff è mancata solo un po’ di fortuna. La Juve è una squadra importante, il suo modo di giocare mi ha sempre esaltato. Quando ho avuto l’opportunità di farne parte non ho avuto dubbi. Ho parlato con Allegri, mi ha accolto prima della firma, allo Shakhtar ho giocato ala destra, al Bayern a sinistra, farò quello che mi chiederà Allegri”.

al momento giusto

“Il campionato italiano è perfetto, di livello, spero di adattarmi molto in fretta. Il lato negativo è che è molto molto fisico, questa forse è una cosa alla quale dovrò abituarmi. Vidal è un mio grande amico, ho parlato molto con lui, mi ha detto che la Juve è un’ottima squadra, ho voluto seguire il suo consiglio, spero i tifosi mi possano apprezzare. Sono arrivato nel momento giusto, io non ho mai vinto la Champions, sono felice di essere arrivato adesso, spero di portare la squadra a grandi successi internazionali”. "bonucci? un grande giocatore"

“So che Leo è un giocatore molto importante, è stato qui 7 anni, non sono io la persona che deve valutare la situazione e la sua cessione. Come io ho lasciato il Bayern, lui ha lasciato la Juve, Allegri sarà quale giocatore schierare al posto suo. La Juve è una squadra che vince sempre, è arrivata in finale due volte su tre anni, ha grandi possibilità di crescita, sono arrivato nella squadra perfetta”. nulla da dimostrare

“Ancelotti è un bravo allenatore, ci trattava tutti nello stesso modo, ma io ragiono in modo un po’ diverso, mi piace molto giocare di più, ma sono molto grato a lui e al Bayern. Non ho nulla da dimostrare al Bayern, voglio che la Juve sia soddisfatta e che sia convinta di aver fatto la mossa giusta nel darmi fiducia. Con Higuain avremo la possibilità di segnare molte reti insieme, come con Luiz Adriano. Fuori dal campo? Sono innamorato di mia moglie, mi piace stare con lei, con gli amici e giocare ai video games”.

I primi palleggi

Ufficiale Costa

Assist per la storia

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Gazzetta dello Sport

image beaconimage beaconimage beacon