Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Raiola rivela alla Gazzetta "Anche minacce di morte"

Logo La Gazzetta dello Sport La Gazzetta dello Sport 5 giorni fa Carlo Laudisa

"Mi prendo io tutte le colpe, ma lascino in pace Gigio. Sono arrivate addirittura minacce di morte alla sua famiglia, è incredibile". Mino Raiola è seduto allo stesso tavolo, quello di casa sua, dove due settimane fa erano al suo fianco Max Mirabelli e Gigio Donnarumma. E si confessa nell'intervista sulla Gazzetta in edicola oggi. Ha ancora negli occhi quella scena, che considera decisiva per lo strappo con il Milan. "Ho sbagliato a non fermare subito questa macchina infernale. Perché tutta quella fretta? Tante pressioni? E il diktat del 13 giugno? Con quel martellamento non potevamo dire sì".


Ma è arrivata un'offerta di 50 milioni lordi in 5 anni.

"Non c’erano i presupposti per un’intesa. Avevamo chiesto tempo e discrezione per lasciare Gigio sereno. Il Milan ha informato la stampa di ogni passaggio. I risultati si sono visti. Una parte dei tifosi s’e messa contro Gigio e la società non l’ha tutelato...".

La convinzione è che siate già d'accordo col Real

Gigio Donnarumma. Getty © Fornito da La Gazzetta dello Sport Gigio Donnarumma. Getty

"Assolutamente no. Anzi, che si sappia: per andare a Madrid non ho bisogno di Galliani. La verità è che lo cercano in tanti, come già a 16 anni. Invece lui preferì il suo Milan".

Gigio, gli scenari futuri

Mirabelli: "Tribuna? Vediamo"

ALTRO SU MSN:

Tutti su Donnarumma. Ronaldo, addio Real? (Mediaset)

Riproduci nuovamente video

Sponsorizzato

Risparmia oltre 700€ sui prodotti Microsoft grazie agli sconti riservati agli utenti MSN. Vai alle offerte

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Gazzetta dello Sport

image beaconimage beaconimage beacon