Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Bye bye roaming! Dal oggi niente più sovrapprezzo

Logo Easyviaggio Easyviaggio 15/06/2017 Ordis Hajredini

Il provvedimento arriva con una tempistica perfetta, in estate infatti i viaggi si moltiplicano e la parificazione delle tariffe renderà più semplice la vita dei turisti. Questa misura rientra in una strategia globale di portare il mercato digitale europeo sullo stesso piano di quello fisico. Non ha senso infatti che in un'Europa senza barriere, un mercato importante come quello digitale venga penalizzato da sovrapprezzi e limiti, rendendo il traffico dei dati più complicato di quello dei beni e dei prodotti finanziari. Sempre in quest'ottica è stata decisa anche l'abolizione del geoblocking, ovvero il blocco dell'accesso allo streaming dall'estero in canali come Netflix o Spotify. Anche gli acquisti su Amazon potranno essere fatti senza limitazioni nelle altre versioni del sito (come ad esempio quella francese o tedesca) quando ci si trova fuori dall'Italia

I paesi coinvolti in quest'iniziativa sono ovviamente tutti quelli dell'Unione: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria. L'accordo però è stato esteso anche ad alcuni paesi extra-UE quali: Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Regno Unito. In quest'ultimo caso non si sa ancora se il provvedimento sarà permanente, tutto dipenderà infatti dalla piega che prenderanno le trattative per la Brexit.

cosa cambia nel dettaglio?

Nella pratica, facendo una chiamata dall'Italia verso un altro paese comunitario, il costo sarà uguale ad una chiamata sul territorio nazionale. Nulla cambia anche nel caso in cui dovessimo chiamare da un altro paese UE (per esempio dalla Spagna), verso un terzo paese UE (per esempio la Germania).

Il 15 giugno un SMS ci informerà dell'abolizione dei costi aggiuntivi e di eventuali modifiche al piano tariffario.

le novità e i paesi coinvolti © Antonio Guillem/123RF le novità e i paesi coinvolti

Ogni volta che lasceremo l'Italia, saremo comunque informati sulle eventuali condizioni particolari che riguardano il nostro piano tariffario all'estero e della differenza di megabyte a disposizione in territorio straniero. Appena lasciato il territorio nazionale, sarà necessario attivare il roaming per poter usufruire del traffico dati, anche se questo non comporterà nessun costo aggiuntivo.

Ci potrà però essere una differenza dei giga-byte disponibili all'estero. La differenza di traffico dati è data da un semplice calcolo: dobbiamo togliere l'iva dal nostro abbonamento mensile, moltiplicare per 2 e dividere per 7,7. Quest'operazione ci permetterà di capire quanti giga possiamo utilizzare all'estero. Ad esempio, se paghiamo 10 euro al mese per un determinato ammontare di giga in Italia, per comprendere quanti giga abbiamo a disposizione negli altri paesi UE dobbiamo togliere l'iva a ciò che paghiamo (10 - 2,2 (22% di iva) = 7,8) moltiplicare per 2 e dividere per 7,7; e cioè 7,8*2/7,7= 2,025. Questa è la quantità di giga che potremo usare all'estero per la tariffa presa ad esempio. Per tutti i giga in più che utilizzeremo dovremo pagare un costo aggiuntivo che non potrà comunque superare i 7,7 euro a giga. Ovviamente il nostro operatore ci invierà un SMS spiegandoci tutto e non sarà necessario fare calcoli algebrici. Per quanto riguarda la velocità della connessione, questa non è detto che sia la stessa a quella a cui siamo abituati in Italia, dipenderà di volta in volta dai vari operatori esteri sui quali la nostra compagnia telefonica si appoggerà.

Un aumento di spesa potrebbe esserci anche nel caso in cui superassimo i minuti di chiamate o gli sms previsti dal nostro piano tariffario. Ma anche in questo caso la Commissione Europea ha previsto dei limiti; il costo dei minuti di chiamata una volta superati quelli previsti dal nostro piano non potrà superare i 3,2 centesimi (+iva) e il costo degli sms non potrà superare 1 centesimo (+iva). Nel caso in cui il piano tariffario preveda chiamate e sms illimitati, tutto resta ovviamente invariato.

Questa funzionalità non è supportata dalla versione del browser in uso. Ti consigliamo di installare la versione più recente di Internet Explorer per usare la funzionalità.
Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Easyviaggio

image beaconimage beaconimage beacon