Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Pasqua 2018, dove andare e cosa fare

Logo Viaggiamo Viaggiamo 07/03/2018 Alice Sacchi
Pasqua 2018, dove andare e cosa fare © Facebook Pasqua 2018, dove andare e cosa fare

Pasqua e pasquetta è il giorno in cui le famiglie italiane si prendono qualche giorno di vacanza per staccare dalla quotidianità.

Destinazioni preferite dagli italiani

Una breve vacanza è resa possibile dal fatto che gli alunni staranno a casa dal 29 Marzo al 3 Aprile. In questi cinque giorni è possibile trascorrere del tempo con la propria famiglia, o con gli amici, al di fuori della propria città pur rimanendo in territori nostrano. Le mete preferite dagli italiani riguardano maggiormente il Sud italia che è in grado di fornire un assaggio anticipato dell’estate grazie alle temperature già miti. Un noto sito di viaggi online ha stilato una classifica delle mete preferite dagli italiani per le vacanze di Pasqua. La maggior parte riguardano il Sud Italia, preferito dai più in quanto offre delle temperature molto più miti rispetto al Nord. Il primo posto se lo aggiudica la Sicilia con ben due località scelte per trascorrere questi 5 giorni di relax. Andiamo a vedere tutte le possibili destinazioni.

Sicilia

Pasqua © Facebook Pasqua

Situata ai piedi del monte Etna, a metà strada tra Messina e Siracusa, Catania è una delle principali destinazioni degli italiani che decideranno di andare in vacanza nel periodo di Pasqua. Questa decisione è dovuta al fatto che già nel periodo di Marzo si raggiungono tranquillamente temperature pari a 20 gradi durante la giornata. La storia della città è molto importante e risalente al 729 a.C. Uno dei tratti distintivi della città è rappresentato dalla rilevante presenza di resti romani. Si annoverano tra i più importanti da visitare il teatro romano, l’anfiteatro, le terme, la fontana dell’elefante e per ultimo, ma non per importanza, il Castello Ursino.

Catania

Un’altra meta sicula è Palermo che è stata nominata capitale della cultura 2018 e offre molteplici luoghi di interesse. La città è visitabile tranquillamente in tre giorni, punto sicuramente da tenere a mente visto la brevità delle vacanza di Pasqua. Tra le molteplici attrazioni degne di nota, e di una visita, sono il palazzo dei normanni, il teatro Massimo, le catacombe dei Cappuccini che contengono circa 8000 salme e per finire Grotte dell’Addaura, luogo in cui si possono vedere dei graffiti rupestri risalenti al periodo del paleolitico.

Pasqua © Facebook Pasqua

Entrambe le città sono dotate di aeroporto e quindi raggiungibili da quasi tutte le maggiori città italiane. I prezzi per i singoli voli sono variabili ma si possono trovare a partire dai 30 euro in su.

Napoli

Nelle festività Napoli ricade sempre come meta ambita dagli italiani. La città, situata nella regione della Campania, ha molto da offrire ai visitatori. Sicuramente la disponibilità e la cordialità della gente del posto fa della città partenopea un’ottima destinazione. Napoli è ricchissima di luoghi che si prestano ad essere visitati e tra di essi possiamo annoverare i molteplici parchi come il Parco Virgiliano in grado di offrire una vista mozzafiato sulla città e sul maestoso Vesuvio. Altro parco degno di nota è il Parco di Capodimonte premiato plurime volte come miglior parco di Italia dove al suo interno è possibile seguire sette percorsi diversi grazie ai quali si possono ammirare ben 400 specie diverse di alberi secolari. Caldamente consigliata è anche una passeggiate nel centro storico in quanto è un vero e proprio museo a cielo aperto. Da vedere assolutamente anche il Cristo Velato, opera in marmo risalente al 1753, situato presso il Museo Cappella Sansevero.

Napoli è facilmente raggiungibile tramite treno oppure per chi volesse sono disponibili anche aerei a partire da euro 50. Anch’essa gode di temperature prettamente miti e tempo per lo più soleggiato.

Alghero

Un’altra meta non facente parte del continente italiano è rappresentata da Alghero. E’ situata nel Nord della Sardegna ed è nella provincia di Sassari. Offre temperature primaverili quasi tutto l’anno ed è affacciata proprio sul Mar Mediterraneo sul lato Ovest dell’isola. Alghero è una cittadina fortificata e sono ancora presenti i bastioni, se decideste di andarci da non perdere è la camminata sui queste fortificazioni. La città sarda offre anche la cattedrale di Santa Maria e la spiaggia Le Bombarde, una tra le più belle spiagge dell’isola, ai limiti del caraibico.


Otranto

Pasqua © Pasqua Pasqua Pasqua © Facebook Pasqua

Otranto è un comune pugliese di circa 5600 anime. Sebbene sia un comune abbastanza piccole offre molti spunti per gite e visite. L’imponente cattedrale è assolutamente da visitare anche perché sarà impossibile non notarla. La sua facciata fu rifatta dopo l’invasione turca e di inestimabile valore è il mosaico pavimentale al suo interno eseguito nel 1100 d.C. Non abbiamo ancora dato informazioni sul cibo, quale città migliore di quella di Otranto per parlarne. I sapori e gli odori da provare sono tanti. Moltissimi sono i ristoranti situati tra le piccole vie del centro. Elemento principe della cucina è il pesce freschissimo che tutti i giorni viene pescato appositamente per essere servito nei piatti dei ristoranti.


Questa funzionalità non è supportata dalla versione del browser in uso. Ti consigliamo di installare la versione più recente di Internet Explorer per usare la funzionalità.
Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Viaggiamo

image beaconimage beaconimage beacon