Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi, contenuti personalizzati e annunci.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Salone di Ginevra 2015, supercar e SUV compatti scaldano i motori

Il mercato europeo dell’automobile è in ripresa e per i principali produttori il Motor Show di Ginevra rappresenta l’occasione per riportarsi in corsia di sorpasso. Dimenticate i toni sobri e l’umore lugubre dell’ultimo lustro. L’85esima edizione della manifestazione automobilistica (220 case presenti e ben 90 anteprime) intende lasciarsi la crisi nello specchietto retrovisore. Il momento non potrebbe essere più propizio, grazie al basso costo della benzina, e, a fianco delle immancabili supercar, ecco riapparire – seppur in versione ‘cross-over’, cioè compatti – i vecchi SUV. “Quest’anno il Salone si focalizza sulle supercar, il che è un po’ un cambio di direzione”, commenta Jim Holder della rivista specializzata ‘What Car?’. “Finora ci si è concentrati sulla guida assistita e sulle auto ecologiche, ma il segmento dei SUV è quello che cresce più velocemente. Molti produttori si muovono verso quel segmento per la prima volta e ne vediamo un’espansione che, credo, continuerà negli anni a venire”, aggiunge. Non manca davvero nessuno a Ginevra: dalla Renault, che ha da poco annunciato la creazione di 1.000 posti di lavoro in Francia, all’Alfa Romeo, presentatasi in sordina in attesa del lancio della Giulia a giugno. E passeggiando tra una Jaguar ‘F Type’ e una Ferrari 488 GTB, è possibile imbattersi in quel produttore che spera di soffiare a Toyota il titolo di regina del mercato. Parliamo ovviamente di Vokswagen, presente con il suo prototipo ibrido XL1 e la Passat, appena incoronata Auto europea dell’anno.

Condividi Tv

image beaconimage beaconimage beacon