Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.
SUCCESSIVO
Belen Rodriguez e il balletto durante il servizio fotografico

Alluvione in Perù: tre regioni isolate, navi e aerei per portare aiuti umanitari

La più grave alluvione degli ultimi 20 anni ha devastato il nord del Perù. I morti sono almeno 62, ma si contano anche 12 dispersi e 170 feriti. 62.000 persone sono rimaste senza casa e sono oltre 500 mila quelle coinvolte nel disastro naturale. Le regioni di Piura, Lambayeque e Ancash sono isolate perché la Panamericana è interrotta per il crollo di tre ponti. Il governo sta usando le imbarcazioni militari per portare aiuti umanitari da Lima al nord. “Stiamo affrontando un’emergenza grave che non potevamo prevedere – ha detto il Presidente peruviano, Pedro Pablo Kuczynski – Lungo la costa del Perù non si verificava un fenomeno di questa forza dal 1998”. Le navi stanno portando nelle zone colpite acqua potabile e beni di prima necessità, mentre un elicottero, un aereo militare e un ex aereo presidenziale vengono usati per evacuare le persone dalle zone rimaste isolate. Le alluvioni sono provocate da El Nino, il fenomeno che produce il riscaldamento della temperatura superficiale delle acque dell’Oceano Pacifico e che dovrebbe continuare – secondo i meteorologi – almeno fino ad aprile.

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon