Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

I nuovi schiavi 18/04/2018

A pochi chilometri da Roma, affacciati sul mare, ci sono campi che producono frutta e verdura, ma pure pa-scoli e piante. A lavorare la terra dell'Agro Pontino, da anni ormai, sono sempre loro: i sikh, indiani per lo più del Punjab, di prima e seconda generazione. Le condizioni in cui vivono e lavorano sono estreme: de-vono chiamare il datore di lavoro "padrone", la paga oscilla da un massimo di 4,50 euro l'ora a un minimo di 50 centesimi. Si lavora ben oltre le otto ore canoniche e se qualcuno si lamenta sono bastonate, vere. A de-nunciare le condizioni estreme in cui si trova questa comunità c'è un sociologo italiano, Marco Omizzolo, 43 anni. Un uomo che vive sotto continue minacce. Il viaggio della nostra Valeria Brigida
image beaconimage beaconimage beacon