Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Madonna di Fatima e l'attentato a papa Wojtyla - 13/10/2017

Se il primo segreto riguarda la visione dell'inferno e se il secondo si riferisce alla Russia "spargerà i suoi errori nel mondo, fomentando guerre e persecuzioni", il terzo riguarda invece la Chiesa e il suo cammino di sofferenza nella storia. E "vedemmo", disse suor Lucia, un "vescovo vestito di bianco, altri vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c'era una grande Croce di tronchi grezzi". Prima di arrivarvi, il Santo Padre "attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo, con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cadaveri che incontrava nel suo cammino". Giunto alla cima del monte, "venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce". Papa Wojtyla collegò quelle parole all'attentato da lui stesso subito il 13 maggio del 1981, cioè nel sessantaquattresimo anniversario della prima apparizione del 1917.
image beaconimage beaconimage beacon