Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Stabile occupato pronti ad autodenunciarci tutti 14/05/2019

Agorà-"Se toccate l'elemosiniere del Papa ci autodenunciamo tutti". Gli abitanti dello stabile occupato in via Santa Croce in Gerusalemme a Roma, annunciano battaglia. Le 170 famiglie fanno cerchio intorno al cardinale che che ha rotto i sigilli al contatore di Areti, la società di Acea che gestisce la rete di distribuzione a Roma, che avrebbe presentato l'esposto contro ignoti alle forze dell'ordine per l'allaccio effettuato da cardinale Konrad Krajewski nello stabile occupato da Spin Time. L'atto, come spiegano le fonti, è dovuto perché l'allaccio è abusivo e, sostanzialmente, il reato che si prefigura è quello di furto di energia. Ma come prosegue la vita nello stabile all'indomani di tanto clamore mediatico? il racconto di Valeria Brigida
image beaconimage beaconimage beacon