Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Stefano Del Bello: "Non mi capacito di come Stefania possa aver creduto a quel biglietto d'amore" - 22/01/2019

Porta a porta-Il giorno del delitto di Stefania Crotti, secondo quanto ricostruito dai carabinieri del comando provinciale di Bergamo, Chiara Alessandri, rea confessa dell'omicidio della moglie di Stefano Del Bello, avrebbe chiesto a un suo conoscente di passare a prendere Stefania dicendole di riferire che suo marito le aveva organizzato una festa a sorpresa. L'uomo, estraneo al delitto e non indagato, giovedì scorso si è presentato fuori dall'azienda in cui lavorava la vittima con una rosa e un bigliettino con su scritto 'Ti amo', convincendola a salire in auto. L'uomo e la vittima non si erano mai visti prima. "Non mi capacito di come Stefania possa averci creduto, io non sono il tipo che fa quei gesti, di mandare biglietti con scritto 'ti amo'. Non le avevo nemmeno mai fatto il regalo a San Valentino", ha spiegato Stefano Del Bello nell'intervista esclusiva concessa a Porta a Porta.

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon