Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.
SUCCESSIVO
Terremoto Ischia, Ciro racconta quelle ore: «Siamo finiti in un buco enorme, tanta paura»

World gay pride da record

Oltre un milione di persone lungo la celebre Gran via fino a Plaza Colon. Madrid capitale mondiale dell’orgoglio omosessuale, ha ospitato questo sabato il world gay pride 2017. Il gay pride per la prima volta ha ottenuto l’appoggio di tutti i partiti politici spagnoli compreso il conservatore Partido Popular che si oppose alla legge per il matrimonio gay voluta dai socialisti, legge che però passò facendo della Spagna il quarto Paese al mondo, ora sono 23, ad ammettere le nozze omosessuali. Mentre il corteo per i diritti della comunità LGBT accende Madrid, sembra un secolo fa che la Spagna franchista incarcerava e torturava i gay, invece la legge che autorizzava la loro repressione è stata abrogata appena 38 anni fa. Sfilate questo sabato si sono tenute anche in molte altre città del mondo per ricordare che c‘è ancora molto da fare: in 72 Paesi infatti le relazioni omosessuali sono proibite e in alcuni stati islamici la punizione è la pena di morte. Il tweet della sindaca di Madrid “Non dimenticate che chiunque amiate, Madrid vi vuole” Madrid quiere que recordéis siempre, que nunca olvidéis, que améis a quien améis Madrid os quiere. #MadridWorldPride2017 pic.twitter.com/jbS06RXNGU— Manuela Carmena (@ManuelaCarmena) 1 luglio 2017

PLAYLIST

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon