Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Brexit o non Brexit. Qual'è il dilemma?

I deputati britannci hanno approvato un emendamento che impedisce al prossimo premier di sospendere i poteri del Parlamento per mettere in opera la Brexit senza un accordo con l'Unione Europea. Approvato con 315 si e 274 no, l'emendamento dovrà passare adesso dalla Camera del Lord per entrare in vigore. Un messaggio chiaro a Boris Johnson, favorito per il posto di capo del Governo, che non smette di lasciare aperta l'ipotesi di un no deal, mentre si avvicina la data del 31 ottobre quando, accordo o meno, il Regno Unito dovrà lasciare le istituzioni europee. "Al di la delle scandeze - ha detto Johnson - è importante uscire nella maniera migliore, prima delle prossime elezioni. Bisogna uscire il 31 ottobre, quindi - aggiunge - qualsiasi trattativa sull'accordo di libero scambio non dovrebbe durare piu' di un anno o due, in modo da uscire prima del voto". Insomma, non è chiaro fino in fondo quale siano le intenzioni di Johnson, vuole davvero lasciare l'Ue? Difficile dirlo, vista la campagna elettorale che impazza. Fatto sta che tanta confusione sotto al cielo della politica britannica è valsa l'uscita, infelice, del primo vicce presidente della Commissione Frans Timmermans che, nel descrivere la classe dirigente pro-brexit dopo il referendum, li ha definiti "idioti". "La prima volta che ho sentito le dichiarazioni pubbliche di David Davis e non l'ho visto arrivare per negoziare, non essendo stato eletto, ho pensato oh mio Dio non hanno un piano - ha dichiarato Timmermans - Scioccante, francamente, anche se sembra evidente perchè il tempo ormai sta per scadere. Un po' come quel personaggio di una serie tv britannica, che, correndo come un idiota, urlava: non farti prendere dal panico". Parole che hanno mandato su tutte le furie Londra, alle prese intanto con le fosche previsioni di recessione dell' Ufficio per il Budget in caso di Brexit senza accordo: contrazione dell'economia del 2% nel 2020 e un buco ulteriore di 33 miliardi di euro l'anno nei conti dello Stato . Salatissima Brexit.

SUCCESSIVO

SUCCESSIVO

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon