Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Padre lancia la figlia dal balcone nel Napoletano, il dolore dei vicini: "Quella bimba era un angelo"

San Gennaro Vesuviano. Dal secondo piano di una palazzina dipinta di rosa, è volata giù la piccola Ginevra, di appena 16 mesi. La bambina è morta sul colpo. A lanciarla, in base alla prima ricostruzione, è stato il papà, Salvatore Narciso, per tutti " Savio", 35 anni, che lavora per uno studio legale. Subito dopo, l’uomo si è a sua volta buttato dallo stesso balcone, restando gravemente ferito. Adesso è al Cardarelli, dove viene piantonato dai carabinieri. Un vicino accorso sul posto al momento della tragedia, Mimmo Falco, insegnante di educazione fisica, sottolinea: "Sono padre, sono nonno, e non ho parole per quello che è successo per colpa di noi adulti. Un essere umano, un angelo come quella bambina, non può morire a sedici mesi. Il nonno di Ginevra, Michele, è stato mio compagno di scuola. Ero con lui, quando si è avvicinato. La bimba era a terrà, coperta da un lenzuolo. Lascia stare, gli ho detto, non guardarla. Ricordiamola così, come un angelo che sorride". di Dario Del Portovideo Stefano Renna

SUCCESSIVO

SUCCESSIVO

Altro da HuffPost

Altro da HuffPost

image beaconimage beaconimage beacon