Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.
SUCCESSIVO
Belen festeggia il compleanno alla fashion week

Truffa dei falsi invalidi, nei guai il "cervello" della banda

Beni per 2 milioni e mezzo di euro sonostati sequestrati dalla polizia a Daniele Rampello, imprenditore agrigentino di 48 anni, ritenuto uno dei vertici del gruppo che aveva realizzato una 'maxi truffa della 104', gestendo l'affare delle false invalidità. Sigilli sono scattati per imprese, impianti eolici, immobili e conti correnti. Il provvedimento è stato seguito dalla Sezione anticrimine della questura guidata da Giovanni Giudice. Nel settembre di due anni fa, la Digos di Agrigento aveva dato esecuzione a una quindicina di misure cautelari. Coinvolti, imprenditori, medici, politici locali nell'ambito dell'operazione battezzata "La Carica della 104". Il gip nella sua ordinanza di settecento pagine aveva parlato di "circo dove si esibivano medici e azzeccagarbugli" e le microcamere piazzate dalla Polizia avevano in effetti ripreso scene davvero grottesche come il medico che fa da sè l'esame spirometrico in assenza della persona interessata e che poi fa la "regolare" certificazione o le persone "invalide" riprese dai poliziotti durante la loro normale giornata e perfettamente in grado di camminare e che invece alla perizia ordinata dalla Procura si presentavano in ambulanza, su una barella e in qualche caso persino con la bombola d'ossigeno. La polizia ha anche ripreso le consegne di denaro tra i falsi invalidi e i medici compiacenti.

PLAYLIST

Altri video da RepubblicaTV

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon