Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Bitonto, la processione è 'vietata' dal parroco ai boss. Ma ai fedeli non piace

"Il cero deve essere uno stimolo a cambiare vita. Non saremmo nella linea del Vangelo se escludessimo i malavitosi da questa cerimonia. Se ci fossero li accetterei, non sono io a poter escludere nessuno". E' un messaggio di apertura alla comunità del suo paese quello che il rettore don Vito Piccinonna lancia durantela processione dei Santi Medici a Bitonto, alle porte di Bari, dopo che durante la messa in basilica si era schierato contro i "ceri dei malavitosi". Con questo appello: "Non sporcate la processione dei Santi Medici. Perché fate i malavitosi tutto l'anno e poi sperate che, portando il cero grande, tutti i peccati vi possano essere mondati? Preferisco che rimaniate nelle vostre case e fra le quattro pareti cominciate ad avviare un percorso di pentimento, con un esame di coscienza". Parole pesanti risuonate a poche settimane da una polemica che ha travolto un’altra manifestazione religiosa, quella festa patronale di Valenzano nella quale il pallone aerostatico portava la firma di una famiglia mafiosa del paese. Ma alcuni dei fedeli non nascondono il malumore. "Lui deve aiutare chi è in mezzo alla strada", dice una donna durante la processione. "Il prete deve fare solo il prete - le fa eco un altro fedele - Altrimento faccia le valigie e torni al suo paese" (di Antonello Cassano, riprese di Michele Piscitelli)

Altri video da RepubblicaTV

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon