Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.
SUCCESSIVO
Spagna, nuovo attacco: uccisi 5 attentatori kamikaze

Candele rosse e nastrini, a Bari la protesta degli insegnanti esodati

Francesca Carusi viene da Pescara ed è stata trasferita a Pesaro. Ernesto Caranci è finito a Brescia. "Siamo venuti a manifestare a Bari perché da qui è partito il nostro movimento". Candele rosse in mano, in segno di speranza. E nastrini rossi ai polsi, per non dimenticare il simbolo della protesta. A Bari tornano a manifestare i docenti neoassunti con la 'Buona scuola' voluta dal governo Renzi. Dei 3.200 finiti fuori regione la scorsa estate, più del 75 per cento è rientrato in Puglia grazie alle assegnazioni provvisorie. A Bari sotto la sede del consiglio regionale arrivano da tutto il Sud. "In tanti abbiamo ottenuto la deroga per il sostegno, ma il prossimo settembre saremo punto e a capo", spiega la portavoce Francesca Marsico, che invita sindacati e Miur ad approvare una deroga al vincolo triennale per la mobilità, in vista dell’incontro che si terrà il prossimo 2 novembre al ministero (di Silvia Dipinto, riprese di Michele Piscitelli)

PLAYLIST

Altri video da RepubblicaTV

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon