Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.
SUCCESSIVO
Barcellona, ecco la corsa del furgone sulla folla

Fegato: come faccio a capire se ho un problema?

Comunemente si usa dire «ho una fitta al fegato» ogni volta che avvertiamo un dolore sottocostale nella parte destra dell'addome. Ma significa davvero che qualcosa non va a livello del fegato? La maggior parte delle persone non sa che quest'organo, la cui complessità fa sì che non tutti conoscano le sue caratteristiche, non causa fastidi né malesseri o bruciori: per capire se il fegato non è in salute, possediamo altri strumenti in grado di segnalarcelo. Quali sono? E innanzitutto, quali sono i "compiti" del fegato? Ce lo spiega Silvia Fargion, Direttore U.O. Complessa di Medicina Interna a Indirizzo Metabolico presso Fondazione IRCCS Ca'Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano (puoi chiederle un consulto qui). Chiara Caretoni TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE Esami del sangue: valutazione delle funzionalità del fegato Epatite autoimmune: che cos’è e come si cura In Europa 10 milioni di persone con l’epatite Veri & Falsi sull’epatite C: cosa sappiamo di questa malattia?

PLAYLIST

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon