Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.
SUCCESSIVO
Negano minuto di silenzio per Barcellona: nuotatore reagisce

Festa dell'Unità, a Catania c'è "l'impresentabile" Crisafulli col gazebo della sua università

A Villa Bellini, senza grandi sforzi di fantasia, lo chiamano lo stand di Mirello. E lui, l’ex senatore Crisafulli, l’Impresentabile messo ai margini del Pd, è presente fisicamente alla festa dell’Unità a Catania. Ieri è rimasto seduto tutto il pomeriggio proprio all’ingresso del giardino che ospita la kermesse. È qui che promuove la “sua” università, ovvero la facoltà distaccata di Medicina dell’ateneo rumeno di Galati, che dall’anno scorso ha sede a Enna. Incurante delle polemiche, dello stop ricevuto dal governo nazionale che continua a ritenere non validi i titoli rilasciati dalla succursale ennese dell’Università rumena, incurante della bocciatura solenne di un big del Pd quale il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone, il Fondo Proserpina che fa riferimento a Crisafulli – partner dell’ateneo di Galati – ha acquistato uno spazio espositivo all’interno della manifestazione simbolo del Pd. «Quanto abbiamo pagato? Assai», si limita ad affermare Crisafulli. «Il tribunale di Caltanissetta per due volte ha dato ragione a noi e torto al Miur che voleva farci interrompere le lezioni». Il partito lo aveva escluso dalle liste per il Senato nel 2013. «Qui mi sento ancora a casa…», dice invece Crisafulli. (di Emanuele Lauria e Giorgio Ruta)

PLAYLIST

Altri video da RepubblicaTV

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon