Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Impruneta e San Casciano - 11/04/2015

Impruneta e San Casciano in Val di Pesa sono le tappe dell'itinerario di Osvaldo Bevilacqua che si muove alla ricerca di bellezze, attrattive, curiosità e tradizioni. Due borghi del Chianti fiorentino. Il nostro viaggio inizia in una delle storiche botteghe di Impruneta in cui si tramanda la tipica lavorazione del cotto, secolare attività artigianale del luogo. Dopo un giro nel centro storico visitiamo il Museo del Tesoro di Santa Maria dell'Impruneta, uno dei santuari mariani più celebri della Toscana, che raccoglie capolavori d'arte e preziose donazioni ricevute dalla Basilica nel corso dei secoli. Ci rechiamo in uno dei centri ippici locali dove si pratica turismo equestre ed ippoterapia e poi ci fermiamo a gustare il "peposo dell'Impruneta", piatto tipico del territorio del Chianti fiorentino. Ci spostiamo poi a San Casciano in Val di Pesa, comune situato sulle colline che dividono le valli del fiume Pesa e del fiume Greve. Nella frazione di Sant'Andrea in Percussina entriamo nella casa dove Niccolò Machiavelli si rifugiò dopo essere stato esiliato dai Medici nel 1512. Visitiamo un'antica fattoria di proprietà dell'Università di Firenze dove si produce vino, si svolgono attività didattiche, ricerca e sperimentazione agraria. Nell'antico Castello di Gabbiano, nato come baluardo difensivo lungo la strada Siena e Firenze, parliamo della gastronomia locale e della mitica "fiorentina" e in una tenuta sulle colline del Chianti, sede di una esposizione di sculture e installazioni di alcuni dei più grandi artisti contemporanei, raccontiamo la storia d'amore di due "angeli del fango" che si incontrarono ai tempi dell'alluvione di Firenze del 1966.

PLAYLIST

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon