Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.
SUCCESSIVO
Barcellona, furgone lanciato sulla folla

Nome in codice Caesar. Il fotografo militare che documenta le torture e inchioda il regime di Assad

Caesar è il nome in codice del fotografo militare del regime di Assad che ha disertato e portato fuori dalla Siria 55 fotografie che mostrano le vittime delle torture in carcere. Oltre 17 mila persone, denuncia Amnesty International, sono morte così dal 2011. Mazal al Hamdan, oggi rifugiato nei Paesi Bassi, poteva essere uno di loro ma è sopravvissuto e ora dedica la sua vita a denunciare i crimini commessi contro i detenuti: vengono picchiati, denutriti, torturati con scosse elettriche, bruciati con l'acido e con il fuoco. L'intervista di Veronica Fernandes

PLAYLIST

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon