Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.
SUCCESSIVO
Negano minuto di silenzio per Barcellona: nuotatore reagisce

Sclerosi Multipla: a volte è senza sintomi

Ci sono pazienti che scoprono accidentalmente di essere malati di sclerosi multipla. Non hanno alcun sintomo, ma si sottopongono a una risonanza magnetica per altri motivi, scoprendo in realtà di avere questa malattia. In termini medici questi casi si chiamano RIS, Radiologically Isolated Syndrome: è come se la sclerosi multipla esistesse appunto solo radiologicamente. L'esame diagnostico ci dice che siamo malati, ma in realtà stiamo bene e non abbiamo alcun sintomo. Nei due anni successivi la diagnosi una ricerca del Cedars Sinai Medical Center di Los Angeles, uno dei più importanti ospedali degli Stati Uniti, un terzo dei pazienti con RIS a due anni dalla diagnosi sviluppano un problema neurologico, un altro terzo si ammalerà in modo conclamato di SM, mentre il 33% continuerà a stare bene. In sostanza questo ultimo terzo è malato solo per gli esiti della risonanza magnetica. Luigi Lavrogna, neurologo del Centro per la Sclerosi Multipla della II Universita di Napoli, spiega questo fenomeno durante l'evento Tech Care dalla cura al prendersi cura voluto da Sanofi Genzyme. Lavorgna parla anche dei notevoli successi nelle terapie per quanto riguarda la sclerosi multipla e si dice ottimista per il futuro. TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE Sclerosi multipla: ecco tutti i sintomi Sclerosi multipla: tutti gli esami da fare per la diagnosi Sclerosi multipla: ecco come vivono i pazienti Sclerosi multipla: la storia di Simona e Paolo Evento Tech care: tutti insieme contro la Sclerosi Multipla

PLAYLIST

Video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon