Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Coma_Cose, nuovo disco per la coppia dell'indie e nella vita. "Noi come Al Bano e Romina? Magari una carriera così"

Logo Leggo Leggo 14/04/2021 Paolo Travisi
Coma_Cose, nuovo disco per la coppia dell'indie e nella vita. "Noi come Al Bano e Romina? Magari una carriera così" © Redazione Coma_Cose, nuovo disco per la coppia dell'indie e nella vita. "Noi come Al Bano e Romina? Magari una carriera così"

Ventesimi in classifica a Sanremo 2021 con Fiamme negli occhi, disco d'oro a sole tre settimane dalla sua release, ed uno dei brani sanremesi più suonati dalle radio. I Coma_Cose, il duo, composto da Fausto Zanardelli e Francesca Mesiano, in arte California, da musicisti indie al mainstream post-Sanremo, che li ha portati a superare i 16 milioni di streaming, di cui solo quattro e mezzo per Fiamme negli occhi.

Significa che "il vecchio leone ruggisce ancora, è un evento mediatico, e per chi fa il nostro mestiere è innegabile il piacere di poter raggiungere più persone possibilie" ammette via streaming Zanardelli alla presentazione del loro nuovo lavoro Nostralgia, in uscita per Asian Fake/Sony Music il 16 aprile.

"Per noi la tv è un mondo sconosciuto, sono 10 anni che non ce l'ho e l'ho rimessa da poco" gli fa eco l'altra metà del gruppo e della coppia, visto che anche fuori dal palco i Coma_Cose sono una coppia. "La canzone è stata accolta bene da pubblico e radio, abbiamo combatutto per portarla a Sanremo, perché ci era stato chiesto di presentare altri brani. Sanremo è stato divertente ci piace scioccarci con qualcosa che non conosciamo, è stata un'emozione forte che non abbiamo vissuto al completo con questo Sanremo alternativo. Magari un giorno torneremo" precisa Francesca Mesiano. 

Tornando al disco. "E' un concept album che parla della nostra nostalgia, delle nostre storie prima che ci conoscessimo, della vita prima di questo ultimo anno, in cui la vita è stata negata a tutti. Siamo andati a scavare inidetro nel tempo ad analizzare con gli occhi del presente la vita passata" racconta Zanardelli a proposito del titolo dell'album, composto da canzoni più una. "E' una piccola rivoluzione anche farlo così breve, è stata una necessità narrativa, ciò che avevamo da raccontare lo abbiamo messo in sei canzoni, è una scelta anche un po' vintage rispetto al trend".

"La scrittura di questo disco è stato anche un modo per mettere un punto su certe cose fatte. Ci sono due modi per vedere la nostalgia, se la mente cerca di ricordarti solo le cose belle, invece noi spesso ci ricordiamo anche quelle brutte. La funzione del nostro disco è analizzarci e dire anche se hai fatto questo o ti accusi di certe cose, è un modo che aiuta a crescere e a perdonarci" aggiunge la cantante.

Fuoco negli occhi, titolo di successo, riporta al concetto del fuoco, che per i Coma_Cose significa "l'infanzia che brucia dentro, ma anche il fuoco che rischia di essere ammaestrato e fatto bruciare meno mentre si cresce, quando diventa normale essere più razionali e disilusi. E questa è una promessa che io e Francesca ci siamo fatti" ammette Zanardelli, parlando di uno dei temi del disco. 

La purezza dell'amore e la purezza dell'arte e degli artisti, sono temi ricorrenti nella conferenza stampa di presentazione di Nostralgia, dove la coppia non si sottrae anche a domanda sul peso dell'amore in una coppia di cantanti, che qualcuno ha voluto paragonare, con ironia, ad Albano e Romina. 

"Ci fa sorridere, ma magari ad avere una carriera lunga come la loro ed una tenuta in puglia" scherza California,

"e fare i concerti in Russia" aggiunge Zanardelli divertito. E ancora. "Quando ti esponi è giusto raccogliere ciò che arriva, se alla gente fa simpatia questa cosa, lo fa anche a noi, ci sono tanti livelli di pubblico, c'è a chi piace un aspetto e chi magari vuole approfondire la nostra storia". 

Ed a proposito di amore e diversità nella coppia. "Siamo due persone diverse, abbiamo opinioni contrastanti su tutto, io sono impulsiva e kamikaze mi lancio nelle cose, Fausto è più rifelssivo, queste nostre caratteristiche ci hanno portato a smussarci, trovarci nel centro, lui ha ammorbidito me ed io lui, questo è il nostro equilibrio" precisa California.

La canzone più rappresentativa della storia personale dei Coma_Cose, contenuta in Nostralgia, non è il brano sanremese, ma La canzone dei lupi. "E' un manifesto di libertà, una promessa di rimanere liberi e coerenti. Dirsi a vicenda, tranquillo, tanto qualsiasi cosa succeda noi resteremo liberi è la promessa più bella che si possa fare in una canzone d'amore" ammette Zanardelli, che a proposito della purezza artistica dice: "se potessi consigliare un giovane musicista, gli direi vuoi fare le canzoni perché ti interessa il palco o perché non riesci a dormire la notte? Se tu hai qualle benzina li, non puoi fare altro, non vogliamo essere antipatici nel dire molti no al mondo delle spettacolo, altri partono e prendono delle corsie molte veloci, ma quando io e Francesca la sera ci sediamo a tavola davanti ad un piatto di spaghetti ci sentiamo felici".

Non manca un momento di critica sulla situazione attuale del mondo dello spettacolo. A parlare è Zanardelli. "Siamo arrabbiati per com'è stata trattata la musica ed il comparto artistico. Servono le restrizioni ma è ambiguo il motivo per cui in altri luoghi si possa andare ed in quelli dello spettacolo no, proviamoci con tutte le norme si sicurezza. Sembra che l'estate si farà e noi non mancheremo". 

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Leggo

image beaconimage beaconimage beacon