Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Piazza Affari positiva, bene Telecom dopo il piano, acquisti su Unicredit e Saipem

Logo Milano Finanza Milano Finanza 07/07/2022 Elena Dal Maso
Piazza Affari positiva, bene Telecom dopo il piano, acquisti su Unicredit e Saipem © Milano Finanza Piazza Affari positiva, bene Telecom dopo il piano, acquisti su Unicredit e Saipem

Piazza Affari apre bene giovedì 7 luglio, il Ftse Mib sale dell'1,4% grazie anche al buon andamento dell'Asia e ai futures su Wall Street positivi (Nasdaq +0,3%). Sullo sfondo restano le tensioni per una recessione in arrivo causata dalle banche centrali con le loro politiche di rialzo dei tassi innescata da un'inflazione importata soprattutto dalle materie prime e non dalla domanda. A questo si aggiunga un rinnovo di tensioni fra Usa e Cina.

Lo spread si sta alzando verso i 200 punti base, con il Btp decennale che vede il rendimento aumentare oggi dal 3,15% al 3,19%. Il petrolio Wti americano resta per ora sotto i 100 dollari, a 98,5 dollari il barile sempre per la paura di una domanda da recessione in calo. L'euro, invece, si conferma ai minimi degli ultimi 20 anni a quota 1,02 sul dollaro.

A Piazza Affari in evidenza in apertura Telecom Italia nel giorno del piano industriale (+1,7% a 0,26 euro) e Unicredit (+1,6% a 8,97 euro) dopo che il cda della banca ha rimosso con effetto immediato l'Head of Italy, Niccolò Ubertalli. Salgono bene Saipem (+8,5%), Tenaris (+6%), StM (+2,9%). Vendite invece su Amplifon -1,6% e su Mps 8-1%). 

La Bce torna al centro

Giovedì 7 luglio sono attese dai mercati i verbali della Banca Centrale Europea (13:30) che dovrebbero dare maggiori dettagli in merito alla riunione di giugno. Dal board oggi attesi i discorsi (09:00) del presidente del consiglio di vigilanza europea, Andrea Enria, e del vicepresidente Bce, Philip Lane (11:45).

Si alzano le tensioni Usa-Cina sui chip


Video: Ma le tensioni restano forti (Mediaset)

Riproduci nuovamente video

A inizio settimana pareva che gli Usa stessero meditando un taglio dei dazi nei confronti della Cina, ma le tensioni fra i due Paesi sono nel frattempo tornate forti. Il ministero degli Esteri cinese ha accusato gli Stati Uniti di "terrorismo tecnologico" nel cercare di impedire ad ASML Holding e Nikon di vendere tecnologia sensibile per la produzione di chip, definendo le lobby di Washington "un altro esempio della pratica statunitense della diplomazia coercitiva che abusa del potere statale ed esercita l'egemonia tecnologica '', secondo quanto riporta Bloomberg.

A Piazza Affari occhio a Telecom Italia e Unicredit

Telecom Italia ha illustrato giovedì 7 luglio i dettagli sul piano di separazione degli asset infrastrutturali di rete fissa dai servizi con l'obiettivo di migliorare la posizione finanziaria.

Il piano prevede un nuova articolazione del gruppo delle tlc. NetCo include la rete fissa, primaria e secondaria, le attività wholesale domestiche e quelle internazionali (Sparkle). Netco può "rappresentare il primo caso in Europa di realizzazione di un polo di infrastrutture e tecnologie di rete in fibra a disposizione di tutto il mercato e con una presenza capillare su tutto il territorio nazionale", spiega Tim. Si concentrerà sul mercato wholesale con il compito di accelerare la distribuzione (deployment) della rete in fibra.

ServiceCo include Tim Enterprise,  Tim Consumer e  Tim Brasil. Tim Enterprise include tutte le attività commerciali nel mercato Enterprise, le digital companies Noovle, Olivetti e Telsy (quest'ultima specializzata in sicurezza informatica). Comprende gli asset relativi ai data center. "Facendo leva su una posizione di leadership presso la pubblica amministrazione e i grandi clienti... punta a conquistare quote in un mercato in crescita grazie alla spinta verso i servizi digitali", prosegue Telecom Italia. Un approccio da Tech-company, sempre più integrato per un'offerta che valorizzerà le competenze e gli asset del gruppo, spinti dai trend di cloud, IoT e cybersecurity.

Il consiglio di amministrazione di Unicredit ha rimosso, con effetto immediato, Niccolò Ubertalli dal ruolo di Head of Italy, incarico che è stato assegnato dall'ad del gruppo Andrea Orcel, come ha anticipato milanofinanza.it mercoledì 6 luglio.

Snam ha stretto un accordo per acquistare da BW Lng un nuovo rigassificatore galleggiante, il BW Singapore, per circa 400 milioni di dollari, finanziati con mezzi propri. 

Tenaris ha ottenuto dalla brasiliana Petrobas un contratto di quattro anni per la fornitura di un pacchetto di prodotti e servizi per il progetto Buzios. 

Il governo francese punta alla completa nazionalizzazione dell'indebitata utility Edf che in Italia controlla Edison, ha annunciato ieri il primo ministro francese Elisabeth Borne. (riproduzione riservata)

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Milano Finanza

image beaconimage beaconimage beacon