Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Bankitalia: le finanze di un terzo delle famiglie stremate dal coronavirus

Logo Avvenire Avvenire 07/07/2020 Redazione Internet
© Fornito da Avvenire

Drammatico il quadro dei riflessi dell'epidemia sulle famiglie italiane, tracciate questa mattina in un report di Bankitalia. "Oltre la metà della popolazione dichiara di aver subito una contrazione nel reddito familiare, in seguito alle misure adottate per il contenimento dell'epidemia", anche "tenendo conto degli eventuali strumenti di sostegno ricevuti".

È quanto emerge dall'indagine straordinaria sulle famiglie italiane nel 2020 della Banca d'Italia. "L'impatto è stato particolarmente severo per i lavoratori indipendenti", spiega Bankitalia, sottolineando che "quasi l'80 per cento ha subito un calo nel reddito e per il 36 per cento la caduta è di oltre la metà del reddito familiare".

"Più di un terzo degli individui dichiara di disporre di risorse finanziarie liquide sufficienti per meno di 3 mesi a coprire le spese per consumi essenziali della famiglia in assenza di altre entrate, un periodo compatibile con la durata del lockdown legato all'emergenza Covid-19". L'indagine è stata condotta fra aprile e maggio dalla Banca d'Italia per raccogliere informazioni sulla situazione economica e sulle aspettative delle famiglie durante la crisi legata alla pandemia di Covid-19.

Inoltre, "questa quota supera il 50 per cento per i disoccupati e per i lavoratori dipendenti con contratto a termine . Poco meno di un quinto dei lavoratori indipendenti e dei lavoratori dipendenti con contratto a termine si trova in questa condizione e contemporaneamente ha subito una riduzione di oltre il 50 per cento del reddito familiare nei primi due mesi della emergenza sanitaria".

Le previsioni sono negative anche per il futuro: "Circa la metà della popolazione si aspetta una riduzione del reddito familiare anche nell'arco dei prossimi 12 mesi, anche se di intensità inferiore a quella degli ultimi due mesi: solo il 7 per cento ritiene che tra un anno il reddito della sua famiglia avrà subito un calo di oltre il 50 per cento rispetto a quello precedente l'emergenza sanitaria. Anche tra coloro che riportano una caduta di oltre il 50 per cento del reddito negli ultimi 2 mesi, più della metà si aspetta che tra un anno il calo sarà ridimensionato e il 15 per cento ritiene che il reddito tornerà ai livelli precedenti l'emergenza sanitaria".


Galleria: Rapporto Istat 2020: in Italia quadro economico e sociale "eccezionalmente complesso e incerto" (Rai News)

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Avvenire

image beaconimage beaconimage beacon