Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Diesel diventa Deisel: sembra merce taroccata, ma sono pezzi unici. L'esperimento dimostra che la moda è per i più coraggiosi

Logo HuffPost HuffPost 09/02/2018 Huffington Post

Qualche giorno fa DIESEL, il marchio italiano noto in tutto il mondo, ha aperto un negozio in cui venivano venduti prodotti "taroccati" con il marchio DEISEL. Il negozio sorgeva non in Fifth Avenue o nel cuore pulsante della moda newyorkese, bensì a Canal Street, zona nota agli americani per la forte presenza di merce contraffatta.

La casa di moda non ha scelto una città a caso, bensì "la capitale della moda, dove le persone si vestono per impressionare e dove a decidere lo status individuale sono i grandi marchi e i prezzi alti". Se la scelta della location era forse prevedibile, meno lo è stata la modalità attraverso cui Diesel ha lanciato il suo nuovo progetto: ha condotto un esperimento sociale, che sembra aver funzionato. Come mostrano le riprese del video, infatti, numerosi sono stati i passanti che, incuriositi dal nuovo negozio di Canal Street, hanno deciso di fermarsi ed entrare a dare un'occhiata.

© Diesel

Gli acquirenti inconsapevoli, probabilmente sul momento non hanno realizzato, ma ciò che hanno acquistato erano in realtà pezzi unici creati dai designers di Diesel, ma "mascherati" con la finta etichetta e logo DEISEL. I più fortunati sono quindi riusciti ad accaparrarsi, e portarsi a casa, alcuni pezzi rari che molto probabilmente sono destinati a diventare oggetti da collezione. L'allestimento del negozio, e le tecniche di vendita, erano in linea con quelli vicini, e l'intero esperimento è stato ripreso. Questo video, in qualche modo, ha contribuito a celebrare i più coraggiosi, quelli che credono ed applicano la legge dell' "indossa ciò che vuoi", e che sono abbastanza coraggiosi da non seguire la massa e a trovare il proprio stile.

La moda è un credo per molti ma non per tutti, come dimostrano i tanti clienti del negozio "fake Diesel" che hanno deciso comunque di acquistare i prodotti presenti nello store. La tendenza che imperversa maggiormente oggi è la logomania, anche se molte case di moda hanno registrato la tendenza inversa. Sono sempre di più, infatti, le persone che si allontanano dagli oggetti brandizzati e, proprio in quest'ottica, Diesel ha voluto giocare con i suoi fan, incoraggiandoli a sentirsi liberi di vestirsi come vogliono. Il motivo? "Perché- ha detto la Diesel riprendendo la celebre "Thrift Shop" di Macklemore- questo è il momento di celebrare quelli che fanno grandi acquisti con soli venti dollari in tasca, alla ricerca di un risultato meraviglioso".

Niente panico per quelli che non sono riusciti ad aggiudicarsi una capo esclusivo DEISEL. Da oggi, e per i prossimi tre giorni, sarà possibile sfidare la dea bendata nel negozio Diesel, 419 Broadway, all'angolo con Canal Street (sì, proprio il luogo scelto da Diesel per il suo esperimento sociale). Nel caso in cui la fortuna non dovesse ancora essere dalla vostra parte, a partire dal 13 febbraio sarà possibile fare il proprio acquisto online sul sito Diesel.com .

ALTRO SU MSN: 

33° Rassegna di Moda sotto le Stelle (Mediaset)

Riproduci nuovamente video

Scegli tu!
Scegli tu!

ALTRO DA HUFFPOST

image beaconimage beaconimage beacon