Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Energia, Iea accusa la Russia: non fornisce gas all’Europa per fini politici

Logo Il Sole 24 Ore Il Sole 24 Ore 12/01/2022
© Fornito da Il Sole 24 Ore

Il capo dell’Agenzia Internazionale dell’Energia accusa la Russia di aver strozzato le forniture di gas all’Europa in un momento «di forti tensioni geopolitiche», lasciando intendere che Mosca ha creato una crisi energetica per fini politici. Secondo il Financial Times Fatih Birol, direttore esecutivo dell’Iea, a nome dell’organizzazione da lui guidata ha lanciato pesanti accuse alla Russia che starebbe trattenendo almeno un terzo del gas che potrebbe inviare in Europa. «Crediamo che ci siano forti elementi di tensione nel mercato europeo del gas a causa del comportamento della Russia», ha detto Birol.


Video: Ucraina, altola' del summit Ue e della Nato alla Russia (Ansa)

«Vorrei far notare che i bassi flussi di gas russo verso l’Europa di oggi coincidono con l’aumento delle tensioni geopolitiche sull’Ucraina. La Russia potrebbe aumentare le consegne in Europa di almeno un terzo, questo è il messaggio chiave». I commenti di Birol arrivano mentre le famiglie europee si preparano a forti aumenti nelle loro bollette dopo che i prezzi all’ingrosso di gas ed elettricità sono saliti a livelli record. La Russia ha a lungo insistito sul fatto di aver adempiuto a tutti i suoi contratti di fornitura a lungo termine per l’Europa, ma è stata accusata da politici e analisti di trattenere le forniture dallo scorso anno, limitando le vendite spot che una volta erano facilmente disponibili.

Gazprom, la compagnia statale russa del gas, punta a ottenere l’approvazione per l’avvio del gasdotto Nord Stream 2 verso la Germania, alternativa alle rotte di transito attraverso l’Ucraina. La Russia ha stazionato circa 100mila truppe vicino al confine ucraino, mentre Mosca tiene colloqui con gli Stati Uniti sulla sicurezza europea. Ci si aspetta un voto al Senato degli Stati Uniti questa settimana sulla proposta di legge per imporre sanzioni su Nord Stream 2. Birol ha detto che i paesi europei, compreso il Regno Unito, hanno bisogno di prepararsi per le crisi future, assicurandosi stoccaggi di gas aggiuntivi.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Sole 24 Ore

image beaconimage beaconimage beacon