Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Immobili, nel 2020 compravendite in calo dell'8,2%

Logo Italia Oggi Italia Oggi 07/06/2021 ItaliaOggi
© ItaliaOggi

Il 2020 segna una battuta d'arresto generale delle compravendite di beni immobili (fabbricati, terreni, pertinenze, cave ecc.) pari a -8,2% rispetto al 2019. Si scende infatti da 1.128.674 compravendite nel 2019 a 1.035.997 nel 2020. Analizzando in particolare i primi 3 mesi di lockdown 2020 si registra a marzo un calo del 51%, ad aprile si scende addirittura del 75% per ridursi a un -26% di maggio. Dai mesi a seguire i dati di raffronto tornano invece a essere in crescita.

Questa prima fotografia e' quanto emerge dal nuovo Rapporto Dati Statistici Notarili relativo alle compravendite di beni immobili, mutui nell'anno 2020. Nell'anno appena passato, caratterizzato dall'emergenza pandemica, si interrompe la crescita che si era manifestata negli anni precedenti. Il settore specifico dei fabbricati (uffici, abitazioni e pertinenze, immobili ad uso commerciale, ecc.) registra un calo del 7,8% delle compravendite (786.599 fabbricati nel 2020 rispetto agli 853.247 fabbricati scambiati nel 2019). Il primo semestre, come e' noto, e' stato caratterizzato anche dal lockdown e cio' si evince dal raffronto dei dati del 2° semestre 2020 quando sono stati scambiati 462.230 fabbricati, che corrisponde ad un aumento del + 42,50% rispetto al 1° semestre 2020, chiuso con lo scambio di 324.369 fabbricati.


Video: Rinnovabili, Italia arranca; nel 2020 crollo dell'eolico (Ansa)

Entrando ancora piu' nello specifico e analizzando la sola compravendita di immobili abitativi si registra una variazione del +41,10% nel confronto tra le 212.123 transazioni del 1° semestre e le 299.308 del 2° semestre 2020. Gli immobili abitativi oggetto di compravendite complessivamente nel 2020 sono stati 511.431, dato che ha fatto registrare una diminuzione del 7,2% rispetto al 2019, anno in cui ne sono stati compravenduti 551.122.

La regione nella quale sono stati scambiati piu' immobili rimane la Lombardia, con il 19,3% degli immobili scambiati sull'intero territorio nazionale, con un aumento nel 2° semestre del +42,6% rispetto al 1° semestre, seguita dal Veneto con il +9,5% e dal Piemonte con il 9,3%.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Italia Oggi

image beaconimage beaconimage beacon