Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

L'app di dating ti paga per andare all'appuntamento

Logo Esquire Esquire 09/03/2020 Di Simone Cosimi
L'iniziativa di Hinge, del gruppo Match: 100 dollari per chi esce davvero di casa. Mentre in Italia è boom per le piattaforme di appuntamenti © South_agency - Getty Images L'iniziativa di Hinge, del gruppo Match: 100 dollari per chi esce davvero di casa. Mentre in Italia è boom per le piattaforme di appuntamenti

Come si fa a far esplodere un’applicazione di dating? Facile: basta pagare la gente per partecipare a un appuntamento. Clima coronavirus a parte, che negli Stati Uniti non sembra ancora del tutto consolidatosi, sembrerebbe proprio quello che sta provando a fare Hinge, una piattaforma lanciata nel 2012 che, a partire dal payoff, punta a farti incontrare il partner della tua vita per fare in modo di poterla disinstallare dal telefono (lo slogan recita proprio “progettata per essere eliminata”).

Bene, Hinge – che ha alle spalle il colosso Match Group – ha deciso proprio di seguire questa strada. Pagare i partecipanti per impiegare il proprio tempo in un appuntamento. Regalerà infatti una gift card Visa da 100 dollari a 2.500 utenti che organizzeranno un appuntamento nel prossimo fine settimana. Già in passato la piattaforma aveva lanciato degli accordi incentivanti, per esempio con delle catene di locali, per fare sconti alle future e potenziali coppie. Questa, tuttavia, è la prima volta in cui mette in mano agli utenti contanti. O qualcosa di simile.

Le risorse non mancano: Match è infatti il colosso statunitense che controlla numerose sigle del settore, fra cui Tinder, la più celebre. I primi investimenti del gruppo in Hinge risalgono al settembre 2017: una progressiva scalata ha poi condotto la società controllata da Joseph Levin ad assumerne il controllo totale. Fra gli altri nomi della famiglia ci sono OkCupid e PlentyOfFish.

Couples dressed up, showing affection by the pool. © Robert Deutschman - Getty Images Couples dressed up, showing affection by the pool.

Il budget dell’operazione è limitato (25mila dollari) ma il gesto significativo. Per aggiudicarsi il buono gli utenti devono mettere in pausa il proprio account per un giorno, dal prossimo venerdì pomeriggio al giorno seguente, quando l’appuntamento dovrebbe avere luogo (cioè appunto sabato prossimo, nel pomeriggio). Dopo la riattivazione, le persone dovranno navigare sul proprio profilo e selezionare reciprocamente una specifica voce. Come passaggio finale dovranno collegarsi a un sito e compilare un modulo con i propri dati e una breve descrizione dell’appuntamento. Dopo attenta verifica, Hinge ha spiegato che 25mila utenti riceveranno appunto un’email contenente il codice da 100 verdoni. Non c’è selezione in ingresso: i primi a disattivare di venerdì saranno presi in considerazione per il premio.

Al netto dei dettagli, il punto centrale di Hinge è crescere. E in effetti, nella selva di applicazioni che fanno tutte la stessa cosa (anche se con sfumature diverse), distinguersi non è semplice. E se non ti distingui, non cresci. Per questo Match sembra aver scelto un’operazione di comunicazione diretta alla propria base degli utenti, ma soprattutto ad allargarla verso chi non conosce l'app, che non ha molti precedenti neanche in altri ambiti: sono davvero poche, infatti, le piattaforme che pagano gli utenti semplicemente per fare quel che la piattaforma consente loro di fare ogni giorno.

Intanto, dall’Italia in semiquarantena per il coronavirus, arriva una notizia interessante proprio sulle applicazioni di dating: a quanto pare, e nonostante gli inviti a una vita sociale per così dire più raccolta che eviti contagi, una nota di Once – un’app da 9 milioni di utenti al giorno che propone agli utenti un profilo ogni 24 ore – ha comunicato che nelle zone del Nord Italia la sua piattaforma di dating sta vivendo un boom: “Dallo scorso lunedì abbiamo riscontrato un aumento del traffico giornaliero di circa il 30% nell’area del Nord Italia. L’aumento degli utenti attivi nell’arco delle singole giornate è stato progressivo, con ricerche nel complesso equamente distribuite tra uomini e donne”.

Il tanto tempo libero, lo smart working e quindi la disponibilità di trascorrerlo in casa, l’annullamento di trasferte ed eventi hanno evidentemente moltiplicato le occasioni. Per chi non volesse mettere il naso fuori di casa c’è poi chi, come il sito porno xHamster, ha deciso di regalare abbonamenti premium dal valore di 9,99 euro al mese a chiunque nel mondo si trovi nelle “zone rosse” in cui la circolazione è sostanzialmente vietata e da cui non è possibile uscire. La mossa di marketing si chiama “Stay safe with xHamster <3” e si applica ai residenti in Lombardia, Veneto, Teheran, Daegu, in Corea del Sud, Wuhan e Adeje, Tenerife.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Esquire

image beaconimage beaconimage beacon