Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Lavoro, i 15 profili più richiesti nel 2022 (anche senza laurea): dal magazziniere all’operaio all’infermiere

Logo Corriere della Sera Corriere della Sera 19/01/2022 Redazione Economia
© Fornito da Corriere della Sera Chi cercano le aziende I profili più cercati a gennaio 2022? Sul podio troviamo il magazziniere, l’operaio metalmeccanico e l’infermiere. Questi i risultati dello studio realizzato da Randstad sugli annunci di lavoro in questi primi giorni del 2022. Nel complesso sono state analizzate quasi 4 mila posizioni aperte in Italia. L’istantanea fotografa i trend del mercato del lavoro, in un momento di forte crescita dell’offerta ma anche di difficoltà per le aziende alle prese con svolta green, digitale e con le complessità legate al caro-energia. Ma vediamo nel dettaglio la classifica stilata dall’operatore di risorse umane.Il podio dei lavori più ricercatiUna cosa va detta: non tutti i lavori più ricercati dalle aziende (e non coperti dalle candidature insufficienti) presuppone la conquista della laurea. A volte basta un titolo di studio superiore, anche se con elevata specializzazione. Secondo i dati della società il profilo più richiesto dalle aziende è il magazziniere, per cui Randstad ha oggi oltre 1200 posizioni aperte. «Un ruolo in grande crescita per l’espansione della logistica come effetto della crescita produttiva e del boom dell’eCommerce, testimoniato anche dalle crescenti richieste di addetti ai call center (la quarta professione più ricercata) per l’attività di assistenza clienti», spiegano in una nota. Al secondo posto troviamo l’operaio metalmeccanico, che con quasi 900 posizioni aperte attesta la grande vitalità del settore manifatturiero italiano in ripresa nel post pandemia. Al terzo posto si piazza l’infermiere (oltre 800 posizioni aperte), professione introvabile per definizione, che «insieme all’operatore sociosanitario in settima posizione, evidenzia la cronica carenza di professioni sanitarie, aggravata con l’esplosione della pandemia e le nuove esigenze di cura e assistenza».I profili digitalComplice la trasformazione digitale tra i 15 profili più richiesti ben tre sono legati alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Ict). Tra questi lo Sviluppatore Java (6°), System administrator (12°) e l’addetto all’Help desk (15°). Figure per cui oggi «si contano complessivamente oltre 300 ricerche attive, anche le competenze informatiche sono ormai requisiti diffusi per molte altre professioni». I distrettiL’analisi fa riferimento alle ricerche di lavoro aperte su tutta Italia, ma vale la pena segnalare alcune specificità territoriali. «Ad esempio le richieste di operatori macchine utensili riguardano soprattutto il Nord Italia, mentre gli operatori per macchine del legno sono concentrati nel Nord-Est e gli elettricisti sono particolarmente ricercati nel Centro sud», spiegano da Randstad.La top 15Oltre al podio tra i 15 profili più richiesti troviamo al 4° posto l’Addetto al call center e al 5° l’Impiegato amministrativo. Seguono l’Operatore di macchine utensili, l’ Operatore sociosanitario e l’elettricista. Tolti i profili Ict, si segnala al 10° posto il Saldatore e all’11° l’Operatore alimentare mentre al 14° si piazza l’ Operatore pluriservizi nella Gdo/horeca ovvero una figura che spiazza dalle mansioni di cameriere a quelle di cuoco o cassiere.Le buone opportunitàPosto che complessivamente Randstad conta quasi 4mila ricerche aperte in tutta la penisola il mercato offre segnali incoraggianti. «Questa selezione evidenzia alcune delle professioni chiave per la ripresa, verso cui è utile si orienti chi è alla ricerca di un’opportunità di impiego - afferma Elena Parpaiola, amministratore delegato di Randstad Italia-. Le opportunità di lavoro sono molteplici e nei settori più diversi: con flessibilità e intraprendenza, per i candidati questo è davvero il momento giusto per trovare l’occasione di svolta per la propria carriera». Lavoro, mestieri, competenze, assunzioni. Tutti gli articoli
Scegli tu!
Scegli tu!

Altro dal Corriere della Sera

image beaconimage beaconimage beacon