Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

La Borsa, gli indici del 18 giugno 2021

Le parole del “falco” della Fed Bullard spaventano i mercati che – tra ipotesi di rialzo anticipato dei tassi, riduzioni dei programmi di stimolo e inflazione al galoppo – sono stati colpiti dalle vendite nella seduta del 18 giugno 2021. Così Milano ha ceduto l’1,9%, Parigi l’1,46%, Francoforte e Londra circa l'1,8%. Il mutato atteggiamento della Fed si è fatto sentire anche sul dollaro, sceso sotto 1,19 contro l'euro. Non ha aiutato la volatilità del cosiddetto giorno delle “quattro streghe”, cioè la scadenza in contemporanea di una mole di derivati sui mercati. In questo clima, a Milano si sono salvate solo DiaSorin (+1,1%) e A2a, poco mossa. I cali più marcati sono stati quelli di St (-4,5%) e UniCredit (-4,3%), ma del resto tecnologici e banche sono stati tra i peggiori in tutta Europa, insieme alle auto e agli energetici. Fuori dal listino principale strappo di Tod's (+13,3%). Infine, spread in rialzo a 111 punti.
image beaconimage beaconimage beacon