Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Cucinare in camper come un grande chef? Al Salone di Parma si può

Logo La Repubblica La Repubblica 03/08/2021 di Maurilio Rigo
© Fornito da La Repubblica

ROMA – Proseguono a pieno ritmo i lavori di preparazione per il Salone del Camper che si svolgerà dall’11 al 19 settembre prossimi alla Fiera di Parma. Prima manifestazione di settore in Italia e seconda in Europa, la kermesse offrirà al pubblico la possibilità di “toccare con mano” i vari veicoli offerti dal mercato e tutte le novità del settore. I viaggi in camper e le vacanze open air sono tra le preferenze degli italiani e secondo uno studio condotto da Enit, agenzia nazionale del turismo con un primario tour operator nazionale, in collaborazione con Istituto Piepoli, nel 2020 il 23% dei viaggi è stato outdoor.

Un trend positivo che sembra consolidato anche per l’estate 2021, dove un italiano su due ha programmato una vacanza e di questi un quarto l’ha pianificata open air. Una tendenza che dimostra quindi come la crescita del settore camperistico, non sia una moda temporanea, ma come evidenziato dai dati del settore, un trend in espansione che si è imposto in tutto il Vecchio Continente e che ora si sta diffondendo anche in Italia.


Video: Al via la vendemmia. Italia ancora leader (Mediaset)

Riproduci nuovamente video

Insomma, un motivo in più per non perdersi la dodicesima edizione del Salone del Camper che vedrà la presenza dei principali produttori internazionali e delle aziende produttrici di accessori e componentistica e non solo. Tra i tanti eventi collaterali spicca, ad esempio, “Cucinare in Camper”, un’area dimostrativa per illustrare ai visitatori le potenzialità della cucina in piccoli spazi e tutti gli accorgimenti necessari per coniugare praticità e buon gusto.

Nell’area esterna tra i padiglioni 3-5 sono in programma ben nove giorni di show cooking con cinque appuntamenti nel weekend (dalle 12 alle 16) e tre nei giorni feriali (alle 12, 13 e 15), in compagnia degli chef dell’Unione ristoranti del Buon Ricordo, che interpreteranno la grande tradizione regionale italiana attraverso la realizzazione di ricette semplici, per tutti i gusti, in grado di soddisfare anche i palati più raffinati.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon