Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Lecce, pizzica contro il Covid: l'incontro con la ballerina solitaria è da brividi - VIDEO

Logo Quotidiano di Puglia Quotidiano di Puglia 21/04/2020 Alessandra LUPO

La storia è davvero magica e ha in sé così tanti elementi fortuiti da essere diventata virale: c'è la musica, un momento particolare della nostra storia (una pandemia), un elemento di rottura (in questo caso del silenzio che tiene da un mese e mezzo sotto scacco la città) e c'è il caso: un videomaker di passaggio. Ed ecco in breve la nascita del fenomeno della ballerina sulla lupa, che da due giorni sta facendo impazzire il web. 

Iniziamo col dire che la ballerina è in realtà un architetto, si chiama Ester Annunziata, e nella sua danza che in tanti hanno letto come una sorta di rito per scacciare la malattia, non ha violato alcuna legge sul contenimento del Covid-19, visto che si trovava a 40 metri da casa sua. La musica su cui Ester muoveva i suoi passi arrivava dal balcone di un altro abitante della piazza, Mauro Arnesano, che ha scelto per il ballo il brano "Taranta",  del Canzoniere Grecanico Salentino: un brano potente scritto a quattro mani dal salentino Mauro Durante e dal compositore Ludovico Einaudi. Ultimo ingrediente: Roberto Leone, il videomaker di passaggio in piazza, che la vede, inizia a filmare e manda il tutto in rete. La danza diventa così un fenomeno virale. 

«E pensare che lo abbiamo fatto in modo del tutto naturale - racconta Ester Annunziata -, ogni sera dall'inizio del lockdown, io e Mauro Arnesano ci salutavamo dal balcone e sceglievamo un brano per tenere compagnia al quartiere e strapparlo a questo silenzio opprimente. Quella sera lui mi ha detto: «Perché non scendi a ballarla? E così ho fatto». Il caso ha voluto che un videomaker passasse di lì e riprendesse la scena. «Da allora tutti si sono chiesti chi fosse la ballerina misteriosa - prosegue l'architetto -, ma io ballo solo per passione e in queste sere spesso l'ho fatto sul mio terrazzo, perché mi fa stare bene. Quindi danzare in piazza non mi è sembrato così strano».

Il lavoro di Roberto Leone, dal titolo "D'incanto la pizzica" tiene conto dell'incontro, tanto casuale da sembrare combinato: «Venerdì 17 aprile 2020 – racconta Roberto Leone -, mi trovavo per le strade di Lecce a girare un documentario per la regione Puglia e il FAI, regolarmente autorizzato dalla Questura di Lecce. Intorno alle 19:00 da Piazza Sant'Oronzo proveniva una splendida melodia Salentina che rompeva improvvisamente un silenzio a dir poco surreale. Recandomi in piazza ho potuto assistere ad una scena fantastica, una ballerina vestita di nero ballava la pizzica proprio sul mosaico della famosa Lupa di Lecce, simbolo della nostra città. È forse questo il simbolo della Pizzica, esorcizzare con il ballo questo periodo così triste, danzare freneticamente al tramonto nella centralissima piazza di Sant'Oronzo, credendo che domani sarà tutto finito e che torneremo a riabbracciarci tutti, con il calore che contraddistingue il popolo salentino».

 

Riproduci nuovamente video

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Quotidiano Di Puglia

Quotidiano di Puglia
Quotidiano di Puglia
image beaconimage beaconimage beacon