Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Bologna, farmaci cinesi anti Covid sequestrati in aeroporto

Logo Quotidiano.Net Quotidiano.Net 09/06/2021
© SE Poligrafici(wf)|FOTOSCHICCHI

Bologna, 9 giugno 2021 – Erano destinate a curare il Covid-19, ma i loro reali effetti restano tutti da valutare, le 650 confezioni granulari del medicinale ‘Zhongyao Peifang Keli’ sequestrate dal Nas dei carabinieri di Bologna nell'area dognale dell'aeroporto Guglielmo Marconi.

I medicinali, privi delle autorizzazioni all'immissione in commercio rilasciate dall'Agenzia italiana del farmaco, sono risultati importati illegalmente dalla Cina per essere destinati ad una ditta di Prato, operante nel settore dell'abbigliamento, intestata e gestita da un cittadino cinese, denunciato in stato di libertà alla Procura per il reato di importazione e commercio illecito di farmaci.

I prodotti sequestrati, in collaborazione con i funzionari dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli, saranno sottoposti a esami analitici finalizzati a verificare il reale contenuto delle confezioni e accertare se vi sia pericolo per la salute dei consumatori.

L'attività si innesta in un più ampio e costante monitoraggio finalizzato al contrasto all'importazione di farmaci contraffatti o falsificati che il Nas di Bologna effettua sugli spazi doganali degli aeroporti internazionali di Bologna e Rimini, con la collaborazione del nucleo carabinieri Aifa, dell'Usmaf (Ufficio di sanità marittima aerea e di frontiera) e dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Quotidiano.net

image beaconimage beaconimage beacon