Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Concessioni in stallo, "rischia il lungomare"

Logo Quotidiano.Net Quotidiano.Net 05/12/2021
© celli-rita

Il consigliere Alessandro Berardi (Civici per BIM) ha chiesto chiarimenti e aggiornamenti sul futuro del nuovo lungomare, dopo la sentenza del Consiglio di Stato che cassa le proroghe delle concessioni demaniali al 2033. "Ciò che ci è stato risposto dal sindaco Filippo Giorgetti ci lascia perplessi - dice Berardi - e pieni di dubbi. Ho presentato un’interpellanza durante l’ultimo consiglio comunale: ho chiesto se fosse cambiato qualcosa sulle procedure di realizzazione del nuovo lungomare dopo la sentenza. La realizzazione del nuovo lungomare a Bellaria Igea Marina prevede un intervento sia pubblico che privato. E proprio i privati sono chiamati a ingenti investimenti, visto che hanno abbattuto tutte le infrastrutture esistenti. Ma ora che le concessioni demaniali sono incerte, porteranno avanti lo stesso i progetti?".

Berardi prosegue: "Il sindaco Giorgetti ha affermato che stanno valutando una sorta di accordo di partenariato, che sembra possa dare agli attuali concessionari proroghe alle loro concessioni che vanno oltre il 2023, termine ultimo imposto dalla sentenza". Berardi non entra nel merito "sulla strada che stanno cercando di intraprendere, augurandomi che sia efficace, ma tutto questo ci lascia perplessi. Non c’è stata nessuna risposta su come procederà l’attuale intervento che prevede già ingenti investimenti da parte del privato. Ad oggi molte cabine sono state abbattute, i progetti sono in fase di redazione ma nessuno dei proprietari degli stabilimenti sa se riuscirà ad ammortizzare nel breve tempo questi investimenti". Nella roadmap definita dall’Amministrazione, era stato confermato che si sarebbe proceduto da ottobre a dicembre "con i lavori di riqualificazione dal bagno 30 in direzione nord fino all’altezza di via Rovereto per completare il tratto entro il 2021. Le resine di finitura verranno posate in primavera, potendo contare su temperature più miti. A inizio 2022 la nuova ripresa con un’ulteriore tranche da via Rovereto al bagno 16, con l’obiettivo di terminare in tempi utili per la stagione turistica". Berardi è dubbioso: "Ho chiesto chiarimenti in consiglio ma non ci è stata data alcuna risposta su come verranno realizzati i prossimi step e su come i concessionari siano stati chiamati a intervenire in questi mesi. Cosa ci troveremo realizzato per la prossima estate?".

Rita Celli

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Quotidiano.net

image beaconimage beaconimage beacon