Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Due locali al posto di uno stabile in disuso

Logo Il Resto del Carlino Il Resto del Carlino 05/05/2021
© Fornito da Il Resto del Carlino

Dove c’era un capannone (dismesso da oltre dieci anni) di oltre duemila metri quadrati apriranno, indicativamente, a giugno di quest’anno, due nuove attività che nelle previsioni porteranno oltre 50 posti di lavoro: una dedicata al sushi contemporaneo e italiano (dal nome ‘Crudo’) e un pub-birreria-ristorante (della catena ‘Giusto spirito’). La sfida imprenditoriale è partita da due imprenditori reggiani, Paolo Branchetti e Roberto Laudati, con diverse imprese ferraresi, in piena era Covid. Ieri mattina il sindaco Alan Fabbri si è recato sul posto per incontrare gli imprenditori e i lavoratori del cantiere. "Questo progetto di iniziativa privata si inserisce nel contesto di un piano più ampio di riqualificazione di quest’area di via del Lavoro – ha spiegato il primo cittadino – un tassello importante, che nasce dal coraggio di imprenditori emiliani e dall’apporto di aziende ferraresi. Come sottolineo spesso: la partnership pubblico-privato è fondamentale, anche per la rigenerazione urbana".

"Negli anni passati avevamo chiesto un parere preventivo, poi, in piena ‘era Covid’, abbiamo presentato la Scia (comunicazione di inizio attività, ndr). Gli uffici comunali hanno risposto in poco tempo, così ad agosto 2020 abbiamo potuto avviare la demolizione del precedente fabbricato", spiega il progettista Pierpaolo Giovannini. La società che ha acquistato l’immobile è la ferrarese Fratelli Matteucci. A realizzare i lavori è stata poi un’altra ditta con anima ferrarese (e trentina), la T2 srl. "Abbiamo scommesso sulla ripartenza in sicurezza – ha detto Branchetti, l’imprenditore che oggi ha incontrato il sindaco –. I locali che qui apriranno si inseriranno nel contesto delle diverse aperture che abbiamo realizzato in Emilia-Romagna: abbiamo infatti aperto ‘Crudo’ a Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Rubiera, Riccione e ‘Giusto Spirito’ a Rubiera, Modena, Parma, Carpi, Reggio Emilia e Imola. Abbiamo previsto l’inserimento di oltre 50 figure professionali tra camerieri, cuochi, pizzaioli, sushiman e baristi. Dai nostri siti internet è già possibile candidarsi".

Branchetti ha infine spiegato che i nuovi locali saranno realizzati con forte attenzione all’ambiente: "Cappe a recupero di calore, gestione carichi in domotica per il risparmio energetico, pannelli fotovoltaici, soluzioni ecosostenibili, sono alcune delle soluzioni che abbiamo adottato e delle tecnologie impiegate".

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Resto del Carlino

Il Resto del Carlino
Il Resto del Carlino
image beaconimage beaconimage beacon