Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Esposto per marmettola nel Serra

Logo Quotidiano.Net Quotidiano.Net 29/07/2021
© NAVARI-FRANCESCA

Ancora un esposto dell’associazione di volontariato Apuane libere: stavolta nel mirino ci sono gli sversamenti di marmettola nel torrente Serra, appena sotto il bacino estrattivo di Trambiserra. "E’ una grave emergenza ambientale – lamenta l’associazione nella denuncia – dai piazzali delle cave vicine viene vomitato un imponente fronte valanghivo di marmettola, fanghi e sostanze inquinanti, che termina direttamente nelle polle del torrente Serra in località Desiata. Vogliamo denunciare con forza che, a pochi giorni di distanza dalla presentazione della campagna estiva di Legambiente sull’inquinamento rilevato alla foce del fiume Versilia e derivato da cattiva gestione delle acque meteoriche dilavanti e dalla completa assenza di depurazione, nessuno si è sentito in dovere di tutelare la salute delle acque di quei torrenti".

"Per questa ennesima denuncia ambientale – spiega Gianluca Briccolani, presidente dell’associazione – vogliamo innanzitutto ringraziare la sempre più crescente sensibilità ambientale dei residenti di Seravezza che ci stanno subissando di segnalazioni. Detto questo, è bene però che adesso gli organi preposti ai controlli facciano smaltire i rifiuti prodotti dal taglio delle Apuane secondo i termini di legge o vanno ritirate le concessioni. Specificatamente ci appelliamo agli amministratori di Seravezza, forse troppo distratti dall’imminente campagna elettorale per occuparsi concretamente di governo del territorio e dei beni ambientali di tutti fino a fine mandato, ricordando loro che gestiscono un vasto territorio. Certo senza una pesa comunale che stabilisca quanto viene portato via dal monte, senza uno straccio di controllo sugli scavi e sui piani di coltivazione, attualmente il territorio è preda a discutibili economie. Anche se da statuto il nostro è un ente totalmente apartitico – conclude Briccolani – ci auguriamo che la prossima tornata elettorale regali a questo meraviglioso territorio alle pendici della montagna di Michelangelo, una giunta che la smetta di far quadrare i bilanci comunali con la messa a reddito di beni non riproducibili che il mondo ci invidia e che sono patrimonio dell’umanità, ma di porre innanzi a tutto la salute della popolazione e di quei beni comuni così giornalmente vilipesi".

Francesca Navari

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Quotidiano.net

image beaconimage beaconimage beacon