Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Lecco, il Piano del Traffico mira a eliminare il caos delle auto

Logo Il Giorno Il Giorno 08/06/2020 ROBERTO CANALI
© SE Poligrafici(wc)|CARDINI

Lecco, 8 giugno 2020 -  Centinaia di milioni di euro spesi tra l’inizio degli anni ’90 e il duemila non sono serviti a risolvere tutti i problemi di viabilità a Lecco che adesso riprova, dopo aver approvato un nuovo Piano del Traffico, a rendere un po’ più vivibili centro città e lungolago. Siccome non è possibile far sparire le auto, sindaco e Giunta hanno pensato a correttivi per disincentivare il loro transito, ad esempio introducendo il limite a 30 chilometri l’ora così da tenere lontano il traffico di attraversamento.

La vera sfida sarà però riuscire a rendere più scorrevole l’attraversamento dei ponti che permettono di passare da una sponda all’altra del lago. Il piano più avanzato è quello per aprire una terza corsia sul ponte Manzoni, lungo la SS36, in direzione del centro. Il progetto preliminare di Anas è stato approvato a gennaio 2019 e ora si sta lavorando alla progettazione definitiva. L’obiettivo è aggiungere entro i prossimi tre anni una nuova corsia al ponte, per consentire il passaggio delle auto e delle biciclette, collegandola con rampe e svincoli a Pescarenico e in uscita al Bione. E poi c’è attesa per la conclusione del secondo lotto di San Gerolamo e la variante Lecco-Vercurago-Calolziocorte che entro breve dalla Provincia dovrebbe passare sotto competenza Anas.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Giorno

image beaconimage beaconimage beacon