Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Ravenna Festival Purgatorio, per vivere la Commedia di Dante Alighieri

Logo Il Resto del Carlino Il Resto del Carlino 24/06/2019 BEZZI-ROBERTA
© BEZZI-ROBERTA

Ravenna, 24 giugno 2019 – Dopo il successo del 2017 e dello scorso anno di ‘Inferno’, ritorna – nella cornice del Ravenna Festival – ‘Purgatorio’, nuova ‘Chiamata pubblica’ per la ‘Divina Commedia’ di Dante Alighieri. Si tratta di una coproduzione Ravenna Festival/Teatro Alighieri e Fondazione Matera-Basilicata 2019, in collaborazione con Teatro delle Albe/Ravenna Teatro, di cui firmano ideazione e regia Marco Martinelli ed Ermanna Montanari. Da domani, martedì 25 giugno al 14 luglio, tutti i giorni tranne il lunedì alle 20 dalla Tomba di Dante, andrà in scena ‘Purgatorio’, seconda parte del monumentale trittico che si concluderà con la messa in scena della terza cantica nel 2021, immergendo nella luce del Paradiso le celebrazioni per il settimo centenario della morte di Dante a Ravenna, orizzonte del percorso del Festival in tributo al Poeta.

“Il Purgatorio è la cantica del ricominciare. Si può ricominciare? - si chiedono Marco Martinelli e Ermanna Montanari - Dopo un fallimento, una sconfitta, una delusione? Si può uscire da quell’inferno che è diventata l'esistenza? Certo che si può. È come ritornare sui banchi di scuola, in prima elementare, e apprendere una lingua nuova. Hai sfogliato il catalogo di tutte le violenze e di tutti gli orrori, hai scrutato nel buio di tutti quei volti malvagi che sono il tuo volto, ora apprendi l’alfabeto della compassione. Per questo il Purgatorio dantesco inizia all’alba, con un colore del cielo disegnato da un verso tra i più belli di tutta la Commedia: ‘Dolce color d’oriental zaffiro’. L’interminabile notte è terminata. Al buio fa seguito l’azzurro. Sveglia presto, e tutti a scuola. Davanti a Dante, una sfilza di penitenti, che sono al contempo allievi e maestri: mettono Dante e il lettore e sé stessi sulla via di una vita nuova”.

‘Purgatorio’ diventa così uno dei viaggi per eccellenza di questa XXX edizione di Ravenna Festival, che sotto l’altrettanto dantesco titolo ‘per l’alto mare aperto’ (Inf., XXVI, v. 100) celebra anche lo spirito d’avventura che ha continuato a guidare la manifestazione attraverso i paesaggi della musica e delle arti, fra illustri geografie e lande pressoché inesplorate, nei meandri della storia e verso nuovi orizzonti, superando confini fra generi e culture. E Dante è sempre, ed è sempre stato, uno dei compagni di viaggio prediletti di Ravenna Festival.

‘Purgatorio’ è uno spettacolo itinerante, a posti limitati: si parte dalla Tomba di Dante Alighieri e si arriva al giardino del Teatro Rasi. Il cammino di Purgatorio inizia alle 20, dalla Tomba di Dante (via Dante Alighieri, 9 - Ravenna). La durata è di circa tre ore, si consigliano abiti e scarpe comodi e una bottiglietta. Biglietti posto in piedi: 22 euro (ridotto 20). Info: 0544 249244 www.ravennafestival.org.  

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Resto del Carlino

image beaconimage beaconimage beacon