Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Uomo ucciso durante lite, arrestato assessore leghista Voghera

Logo Rai News Rai News 21/07/2021 dalla redazione
combo Voghera, assessore massimo adriatici spara a un 39enne dopo lite © Fornito da Rai News combo Voghera, assessore massimo adriatici spara a un 39enne dopo lite

"Stavo passeggiando in piazza Meardi quando ho notato quell'uomo infastidire i clienti di un bar. Mi sono avvicinato, l'ho redarguito invitandolo ad andarsene e a quel punto ho chiamato la Polizia. Sentendo la mia telefonata, mi ha spinto facendomi cadere. E' stato a quel punto che dalla pistola già impugnata è partito il colpo". Queste le parole che l'assessore Massimo Adriatici, ex poliziotto e assessore alla Sicurezza del comune di Voghera, avrebbe detto al magistrato, dopo che ieri sera ha ferito a morte Youns El Boussetaoui nel corso di una lite e che ora si trova agli arresti domiciliari fino all'udienza di convalida dell'arresto, che si potrebbe tenere tra domani e dopodomani. E' indagato per eccesso colposo in legittima difesa. Il sindaco Paola Garlaschelli ha annunciato che l'assessore si è "autosospeso dalla Giunta". Il Primo cittadino ha detto: "Abbiamo appreso la tragica notizia che ha coinvolto il nostro assessore. Attualmente non conosciamo la dinamica dei fatti, restiamo in attesa di avere maggiori informazioni e confidiamo nell'operato della magistratura". 

La ricostruzione è ora al vaglio dei carabinieri di Pavia impegnati nelle indagini. Disposta l'autopsia sul corpo dell'uomo (di nazionalità marocchina, con diversi precedenti) centrato da un unico colpo al petto. Il fatto è accaduto intorno alle 22 di ieri, davanti a un bar. La Procura di Pavia valuta il conferimento di altre consulenze tecniche, inclusa quella balistica, per la morte di Youns El Boussetaoui.  La Procura ha già disposto l'incarico per l'autopsia del 39enne. Cittadino marocchino, irregolare in Italia,  El Boussetaoui  aveva numerosi precedenti, fra cui reati contro il patrimonio, spaccio di sostanze stupefacenti, truffa, resistenza a pubblico ufficiale e minacce.

In intervista del 2018, Adriatici: "Sparare deve essere l'estrema ratio"

Nel marzo 2018, intervistato dalla "Provincia Pavese", Massimo Adriatici, l'assessore e avvocato leghista accusato di omicidio volontario per avere ucciso un uomo marocchino di 39 anni, aveva detto: "L'uso di un'arma deve essere giustificato da un pericolo reale, per la persona che la usa, per le sue proprietà o quelle altrui. Ma questo non significa farsi giustizia da soli. Sparare deve essere l'extrema ratio, l'ultima possibilità da mettere in atto se non ne esistono altre". 

Lega: Tragedia da aggressione, vittima nota alle forze dell'ordine

Dalle prime ricostruzioni, la tragedia di Voghera sarebbe frutto di una risposta a un'aggressione con un colpo partito accidentalmente. La vittima era una persona nota in città e alle forze dell'ordine per episodi di ubriachezza e violenze. Così fonti della Lega in una nota. Il leader Matteo Salvini posta un video sui social e dice: "Nessun 'far-west': si fa strada l'ipotesi della legittima difesa".

Secondo il leader del Carroccio, Adriatici sarebbe stato "vittima di un'aggressione", "ha risposto e accidentalmente è partito un colpo che purtroppo ha ucciso un cittadino straniero che, secondo quanto trapela, è già noto alle forze dell'ordine per violenze e atti osceni in luogo pubblico". 


Video: Messico, ucciso a colpi di pistola volontario bresciano (Mediaset)

Riproduci nuovamente video

"Prima di condannare una persona perbene che si è vista aggredita e avrebbe reagito, aspettiamo, anche su prese di posizioni chieste dal Pd - prosegue Salvini - Non ci sono cittadini che con il legittimo possesso delle armi vanno in giro a sparare: a fronte di un'aggressione, come estrema ratio, la difesa è sempre legittima".

Ferrari (Pd): "Solidarietà a cittadini, Lega condanni gesto Adriatici"

"Voglio esprimere innanzi tutto la mia solidarietà ai cittadini. Siamo di fronte ad un fatto che testimonia la gravità di una situazione che, continuamente alimentata dalla propaganda, rischia di finire fuori controllo e di farci sconfinare nella barbarie". Così il senatore Alan Ferrari, vice presidente vicario dei senatori del Pd, ha commentato la tragedia avvenuta ieri sera a Voghera. "Ora si accerteranno i fatti - ha aggiunto Ferrari- ma in un paese civile e democratico un assessore non spara ad una persona. Mi auguro che la Lega al più presto prenda le distanze dal gesto di Adriatici. La giustizia fai da te non ha cittadinanza nelle nostre leggi e nella nostra convivenza''.

Segretario Pd Voghera: "Sindaco revochi deleghe a assessore"

"Senza entrare nel merito delle indagini, chiediamo al sindaco di dare un segnale immediato e di revocare le deleghe all'assessore". Lo ha scritto in una nota il segretario Pd di Voghera (Pavia), Alessandra Bazardi, in merito alla sparatoria che ha portato alla morte di un marocchino di 40 anni e all'arresto dell'assessore alla sicurezza leghista Massimo Adriatici. Si tratta di "un fatto gravissimo. Senza precedenti nella storia della nostra città. Sarà la magistratura a stabilire come è andata la vicenda che è sfociata con la morte di un 40enne marocchino: non sta certo a noi emettere giudizi e sentenze. Quello che stigmatizziamo, per ora, è che l'assessore alla sicurezza, in quota Lega, girasse armato senza alcun motivo" si legge ancora nella nota del Circolo Pd Voghera, Torrazza Coste e Codevilla.

"Noi contrasteremo sempre una idea della garanzia della sicurezza esercitata a prescindere dal ruolo legittimo dello Stato e delle forze dell'ordine che lo rappresentano. È indegna di un Paese democratico una cultura che consegna al singolo l'idea di 'farsi giustizia', come se fosse un fatto personale, con il rischio che la cultura dell'odio faccia poi degenerare qualsiasi cosa, come è accaduto" conclude il Pd.

Nardella: "Evidente nesso con clima odio e violenza verbale"

"L'assassinio di un cittadino straniero da parte dell'assessore alla sicurezza di Voghera lascia sgomenti. Occorre aspettare che le autorità chiariscano l'accaduto, ma è evidente il nesso con un clima di odio e di violenza verbale. Una brutta storia". Lo ha scritto sul suo profilo Twitter il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

M5s, far west inaccettabile

 "Quello che è accaduto a Voghera è inquietante e desta sgomento e rabbia. E' inaccettabile che un uomo disarmato possa perdere la vita per un colpo d'arma da fuoco partito in pubblica piazza, come se fossimo nel far West. Saranno le autorità adesso a ricostruire la dinamica e le eventuali responsabilità dell'assessore comunale, dalla cui pistola sarebbe partito il colpo. Posso solo esprimere, al momento, le mie condoglianze alla famiglia della vittima". Lo afferma la deputata del Movimento 5 Stelle Valentina Barzotti.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Rai News

image beaconimage beaconimage beacon