Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

L'incontro tra Biden e Xi. «No a una guerra nucleare in Ucraina»

Logo Avvenire Avvenire 14/11/2022 Redazione
© Fornito da Avvenire

È durato poco più di tre ore il summit tra i presidenti americano Joe Biden e cinese Xi Jinping. I due, appena incontratisi si sono salutati con una calorosa stretta di mano.

"Come leader delle principali economie del mondo dobbiamo gestire la competizione dei due nostri Paesi", ha detto il presidente Usa Joe Biden al suo omologo cinese Xi Jinping, nelle battute iniziali del loro bilaterale a Bali, anche se Washington continuerà a "competere" con Pechino "vigorosamente". "È un piacere incontrarti", ha affermato Biden. "È un piacere rivederti dall'ultima volta avvenuta nel 2017", ha risposto XI.

Ucraina: no a guerra nucleare

Durante il colloquio con il presidente cinese Xi Jinping a Bali, "il presidente Biden ha sollevato il tema della brutale guerra della Russia contro l'Ucraina e delle irresponsabili minacce russe sull'uso del nucleare". A riferirne è la Casa Bianca, nella nota diffusa dopo la conclusione del colloquio tra Biden e Xi. "Il presidente Biden e il presidente Xi hanno ribadito l'intesa sul fatto che una guerra nucleare non dovrebbe mai essere combattuta e non potrà mai essere vinta e hanno sottolineato la loro opposizione all'uso o alla minaccia dell'uso di armi nucleari in Ucraina".

Cina-Taiwan

La politica americana "di una sola Cina non è cambiata, gli Stati Uniti si oppongono a qualsiasi modifica unilaterale dello status quo da entrambe le parti, il mondo ha interesse a mantenere la pace e la stabilità nello Stretto di Taiwan". E' quanto ha assicurato il presidente americano Joe Biden al presidente cinese Xi Jinping, secondo quanto si legge in una nota della Casa Bianca, diffusa al termine dell'incontro di Bali durato oltre tre ore, durante il quale Biden "ha sollevato le obiezioni degli Stati Uniti alle azioni coercitive e sempre più aggressive della Repubblica Popolare Cinese nei confronti di Taiwan, che minano la pace e la stabilità attraverso lo Stretto di Taiwan e nella regione in generale, mettendo a rischio la prosperità globale".

Joe Biden non crede in un "imminente tentativo" da parte della Cina di invadere Taiwan. Nella conferenza stampa dopo il suo incontro con Xi Jinping a Bali, il presidente americano afferma che sulla questione "siamo stati chiari e sinceri, io ho capito le sue posizioni, lui le mie", spiegando di aver ripetuto che la politica degli Usa "su una sola Cina non cambia". "Ho detto chiaramente che vogliamo che le questioni nello Stretto siano risolte in modo pacifico in modo che non si arrivi mai" alla possibilità di un conflitto, ha aggiunto. "Sono convinto che ha capito esattamente quello che intendevo", ha concluso.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Avvenire

image beaconimage beaconimage beacon