Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Venezuela, Maduro: «Grazie all’Italia per la solidarietà»

Logo Corriere della Sera Corriere della Sera 02/02/2019 Redazione Online
© Fornito da RCS MediaGroup S.p.A.

«Grazie per la solidarietà che abbiamo ricevuto da tutto il mondo», ha dichiarato il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, . «Il colpo di Stato è fallito, e non se ne rendono nemmeno conto!», ha detto ancora Maduro in un discorso durante la manifestazione convocata a Caracas per il ventesimo anniversario dell’arrivo al governo di Hugo Chavez. «Siamo in pace, abbiamo vinto con la pace, li abbiamo sconfitti», ha detto ancora parlando davanti a decine di migliaia di persone, la maggioranza vestite con l’uniforme delle Milizie bolivariane. Poi ha annunciato la possibilità di nuove elezioni parlamentari.

Riproduci nuovamente video

LEGGI LE NOTIZIE DEL GIORNO SU MSN

TI POTREBBE INTERESSARE: 

Venezuela, M5s e Lega si astengono all'Europarlamento sul riconoscimento di Guaidò come presidente

Ma in piazza a Caracas oggi è scesa anche l’opposizione al regime: «Ci sono 250 o 300 mila venezuelani che rischiano la vita - ha detto il presidente autoproclamato ad interim Juan Guaidó - a causa della mancanza di medicine e in una prima fase l’assistenza umanitaria sarà destinata a loro». Guaidó ha quindi annunciato che l’opposizione inizierà a raccogliere aiuti umanitari dalla Colombia e dal Brasile e ha esortato le forze armate a farli entrare nel Paese devastato dalla crisi. Il leader dell’opposizione ha detto che l’aiuto sarà raccolto in tre luoghi: Cucuta in Colombia, una zona non specificata del Brasile e un’isola caraibica. Guaidó ha poi detto che convocherà una manifestazione nei prossimi giorni, il 12 febbraio , «per accompagnare l’arrivo di questa assistenza dall’estero».

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro dal Corriere della Sera

image beaconimage beaconimage beacon