Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Gli usa sono fuori dall'OMS

Era stato annunciato e ora c'è la conferma ufficiale. Gli Stati Uniti si sono ritirati dall'Organizzazione mondiale della sanità questo lunedì, giorni in cui hanno notificato all'agenzia delle Nazioni unite di tirarsi fuori. La decisione sarà effettiva tra un anno, il 6 luglio 2021, hanno specificato fonti governative. Un atto che cambia le prospettive dell'OMS dato che gli Stati Uniti sono il primo finanziatore contribuendo a circa il 15 % del budget, più o meno 400 milioni di dollari. "Reindirizzeremo questi fondi ad altre necessità più urgenti di salute pubblica" è trapelato dall'amministrazione Trump. PER APPROFONDIRE: Trump l'ascia l'OMS "Asserviti alla Cina" Covid-19, la Cina ha insabbiato tutto? Una risoluzione sul tavolo dell'OMS L'OMS per gli USA è troppo filocinese La decisione in polemica con la gestione del coronavirus; Trump in persona d'altronde aveva accusato i vertici dell'OMS di aver tentato di insabbiare la notizia del virus per favorire la Cina e già ad aprile Washington aveva interrotto i finanziamenti. Una decisione, presa in piena pandemia, per cui l'amministrazione americana è stata criticata ad ogni latitudine. Già si profila una guerra finanziaria. Dall'OMS fanno infatti sapere che Washington deve ottemperare tutti gli impegni economici per l'anno in corso. Proprio poco dopo che si è saputo che il divorzio era stato ufficializzato, il direttore generale dell'OMS ha twittato ricordando la mission dell'agenzia e l'importanza di finanziare la lotta al coronavirus.
image beaconimage beaconimage beacon